Sei mesi di Ciarapica bis,
Paglialunga: «I suoi interessi
non coincidono con quelli di Civitanova»

LE CRITICHE della consigliera di opposizione su Paolo Ricci, antenna di via Caracciolo, progetto per il porto e urbanistica
- caricamento letture
consiglio-comunale-ottobre-2022-paglialunga-civitanova-FDM-11-325x217

Mirella Paglialunga

«Ciarapica non ha la capacità neanche di pagare le cambiali elettorali che ha sottoscritto». A dirlo è Mirella Paglialunga, consigliere comunale di opposizione a Civitanova e sfidante di Ciarapica alle ultime amministrative che traccia un bilancio dei primi sei mesi del Ciarapica bis sottolineando i primi nodi emersi in questi mesi. «Ha fatto promesse a destra e a manca pur di raccattare quei 1000 voti in più che gli avrebbero garantito la poltrona al ballottaggio. E di poltrone ne ha anche promesse e date e la presidenza del Paolo Ricci è un esempio, col presidente che come primo atto si è aumentato lo stipendio, trasformando il Paolo Ricci in un bancomat. Ma Ciarapica purtroppo non riesce nemmeno a pagare tutte le cambiali elettorali e se ne sono accorti i residenti del quartiere Quattro Marine presi in giro sull’antenna di via Caracciolo. La realtà invece è che nel frattempo nessun piano antenne è stato portato in consiglio comunale e nessuno spazio alternativo, possibile e fattibile, per l’antenna in questione è stato individuato».

Paglialunga parla poi anche del porto e della mancata messa in sicurezza e del progetto che, come hanno sottolineato anche i portuali, non si sa a che punto sia: «intanto assistiamo invece solo a trattative nascoste con l’università di Camerino delle quali la città non sa nulla. E nemmeno il consiglio comunale, tutto ciò in barba alla partecipazione dei cittadini ed al rispetto degli obblighi assunti da Ciarapica in consiglio comunale con la città. E intanto via libera, voluta all’unanimità dalla maggioranza di Ciarapica, anche alla cementificazione di 1200 metri quadrati in zona esondabile, per non parlare di un assessore in odore di indagine giudiziaria per rivelazione di segreti d’ufficio su cui il sindaco non dice nulla. Era questo che voleva Civitanova eleggendo Ciarapica? Arriverà il tempo per capire che gli interessi di Ciarapica non coincidono con gli interessi di Civitanova».

Antenna a Fontespina, fallita la trattativa «Delusi per la promessa tradita La parola del sindaco non vale nulla»

Installazione antenna telefonica, sit in dei residenti: bloccati i lavori

Antenna via Caracciolo, Squadroni: «Ciarapica dica quali sono gli accordi raggiunti con Eurospin»

Antenna di via Caracciolo, il comitato pungola Ciarapica: «Solo promesse elettorali»

Antenna telefonica a Fontespina, Ciarapica: «Impugnazione della concessione»

Antenna telefonica a Fontespina «Accordo per una nuova area»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X