Antenna a Fontespina, fallita la trattativa
«Delusi per la promessa tradita
La parola del sindaco non vale nulla»

CIVITANOVA - Dopo il sit in il comitato di via Caracciolo e IV Marine ha incontrato Fabrizio Ciarapica: «Ha dato la colpa a Iliad. Siamo molto amareggiati, quando c'era da prendere voti aveva annunciato lo spostamento come cosa fatta, ora deve renderne conto al quartiere». Il consigliere Francesco Micucci presenta un'interrogazione e chiede le dimissioni. Per ora stop temporaneo ai lavori
- caricamento letture
sit-in-residenti-via-caracciolo-8-650x488

I lavori iniziati in via Caracciolo

di Laura Boccanera

«Siamo delusi per la promessa tradita, la parola del sindaco se così è non vale più nulla». Amarezza e rassegnazione tra i residenti di via Caracciolo e IV marine, a Fontespina, per il confronto col primo cittadino di Civitanova Fabrizio Ciarapica arrivato al termine di una mattinata di sit in di fronte al cantiere dove da stamattina Iliad ha iniziato i lavori per l’installazione dell’antenna.

sit-in-residenti-via-caracciolo-1-325x244

Il sit in dei residenti

Sembrava cosa fatta a maggio, quando il sindaco aveva annunciato trionfante di essere arrivato ad un compromesso con l’azienda di telefonia per lo spostamento dell’impianto da via Caracciolo in una nuova area individuata nei pressi dell’Eurospin di Fontespina. Ciarapica aveva annunciato prima delle elezioni il buon esito della trattativa come se l’acquisizione dell’area e il trasferimento fosse una formalità burocratica, rassicurando i cittadini con la promessa che l’antenna non sarebbe stata installata in via Caracciolo. «Una grande vittoria per Civitanova –  scriveva Fabrizio Ciarapica lo scorso 25 maggio – un grande risultato ottenuto in pochissimo tempo grazie ad una serrata mediazione che ho tenuto personalmente con Iliad». Una promessa che si è tradotta in voti prima e disillusione oggi, come raccontano rammaricati i residenti che vedono in quelle frasi una presa in giro e il fallimento dell’operato di un quartiere.

sit-in-residenti-via-caracciolo-5-325x244Gli operai della ditta infatti questa mattina si sono presentati nel sito originario individuato e hanno iniziato a scavare per i lavori preliminari all’installazione. Nel giro di pochissimo i residenti sono scesi in strada e con un sit in hanno impedito alla ditta di proseguire. Di fatto l’antenna non è riuscita ad arrivare nel sito per via delle auto parcheggiate lungo la strada. Sul posto sono arrivati vigili urbani, polizia e carabinieri: i residenti infatti hanno lasciato le auto lungo la via impedendo di fatto l’arrivo dell’antenna. Non erano stati apposti i divieti di sosta per consentire il transito del mezzo pesante. Sul posto sono arrivati anche gli assessori Roberta Belletti, il presidente del consiglio Fausto Troiani e i consiglieri comunali Lavinia Bianchi e Francesco Micucci e una trentina di residenti amareggiati per l’esito della trattativa. La data di avvio del cantiere segna per questa mattina l’inizio lavori che dovrebbero concludersi entro il 30 gennaio.

sit-in-residenti-via-caracciolo-3-300x400I residenti in tarda mattinata hanno raggiunto il comune dove hanno incontrato il sindaco Ciarapica: «Ha dato la colpa a Iliad dicendo che è la compagnia telefonica che si è comportata male – spiega il portavoce Mauro Rogani – ma nel quartiere c’è molto rammarico, da mesi il sindaco non ci rispondeva più al telefono e si negava e non sapevamo nulla, ci aveva garantito in campagna elettorale che era cosa fatta, è venuto a chiedere voti, ma oggi non ci ha fatto vedere nessun atto, ci ha solo detto che ci sono delle pec attribuendo ad Iliad il fallimento della trattativa». Ora è previsto per mercoledì un incontro nella casetta del quartiere IV Marine a cui hanno invitato il sindaco: «qua è venuto a prendere i voti e qua deve tornare a spiegare cosa è successo».

Per fare chiarezza oltre l’interrogazione di Silvia Squadroni questa mattina al protocollo è arrivata anche quella del consigliere Francesco Micucci che chiede delucidazioni sui reali rapporti intercorsi fra Iliad, Eurospin e Comune e, alla luce del mancato indirizzo dato dal consiglio, chiede le dimissioni di Ciarapica.

post-ciarapica-via-caracciolo

Il post del sindaco del 25 maggio

Installazione antenna telefonica, sit in dei residenti: bloccati i lavori

Antenna via Caracciolo, Squadroni: «Ciarapica dica quali sono gli accordi raggiunti con Eurospin»

Antenna di via Caracciolo, il comitato pungola Ciarapica: «Solo promesse elettorali»

Antenna telefonica a Fontespina, Ciarapica: «Impugnazione della concessione»

Antenna telefonica a Fontespina «Accordo per una nuova area»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X