Lube, arriva lo schiacciatore Bottolo
«Voglio seguire le orme di Balaso»

VOLLEY - Contratto di cinque anni per il classe 2000, ex laterale della Kioene Padova: «Sono ansioso di integrarmi ed entusiasta del progetto biancorosso»
- caricamento letture
mattia-bottolo

Mattia Bottolo in biancorosso

 

La Lube Civitanova annuncia l’ingaggio, con contratto quinquennale, dello schiacciatore veneto Mattia Bottolo, laterale ex Kioene Padova, che la scorsa estate ha vinto gli Europei con la maglia della Nazionale al fianco di Anzani e Balaso.

L’emergente di 196 cm, classe 2000, nativo di Bassano del Grappa in provincia di Vicenza, si è formato nel vivaio patavino per poi affermarsi in prima squadra ed evidenziare grandi doti atletiche, un carisma fuori dal comune e una battuta ficcante, prerogativa che, grazie ai 47 servizi vincenti in 24 gare, lo ha portato sul primo gradino del podio di ace realizzati dagli italiani nella SuperLega 2021/22 e al terzo posto complessivo della Regular Season, stranieri compresi.

Vincitore su spiaggia del Trofeo delle Regioni nel 2017 e subito convocato nella Nazionale Juniores di beach volley, Bottolo preferì puntare sull’indoor coronando gli sforzi con le convocazioni in maglia Azzurra U20. Dal 2019 al 2022 il club che lo ha svezzato, la Kioene Padova, ha contribuito alla crescita dell’atleta, poi entrato nell’orbita della Nazionale Seniores su volontà di Chicco Blengini e adesso è in pianta stabile in azzurro dopo il trionfo nel 2021 in Polonia.

Un altro veneto alla Cucine Lube. Bottolo, chi l’ha preceduta ha vinto tutto.
«Mi piace l’idea di seguire le orme di Balaso, atleta che da Padova è approdato alla Lube. Ciò che ha fatto Fabio è riconosciuto a livello nazionale e internazionale».

Tra l’altro ha trionfato in maglia azzurra con Balaso e Anzani.
«Ho già avuto il piacere di giocare con Fabio e Simone. Non è andata male, abbiamo vinto gli Europei. Speriamo che questo connubio sia di buon auspicio anche in biancorosso».

mattia-bottoloSe continuerà a sfornare ace come nella passata stagione e a ‘saltare da beacher’ sarà un buon inizio. E’ pronto?
«Cerco di perfezionarmi. Nell’ultimo torneo sono arrivati ottimi riscontri dai nove metri, ma il mio punto di forza è nato in palestra, non sulla sabbia. Dopo le prime esperienze su spiaggia scelsi l’indoor. Sono pronto a lavorare e a dare tutto».

Sarà la sua prima esperienza stabile fuori dal Veneto. La emoziona?
«Sono abituato a viaggiare, ma di solito sto fuori per brevi lassi di tempo. Cambiare vita e rivoluzionare la quotidianità è una scelta importante. Sono un giovane alla scoperta di un nuovo mondo, ma non provo timori, semmai sono ansioso di integrarmi ed entusiasta del progetto biancorosso».

Sul petto ci sarà il tricolore. Si aspettava il terzo titolo di fila della Lube?
«Civitanova mi ha sorpreso. Fin dall’inizio dell’anno mi aspettavo un cambio di marcia, ma ciò che è accaduto ai play off è stato straordinario. Sono felice. Parliamo di un team solido e ricco di talento contro cui non ho mai vinto set»

In SuperLega è lanciatissimo! Hai obiettivi extra-volley?
«Vivo per la pallavolo, ma voglio prendere la laurea triennale in Biologia. Posso permettermi di studiare e coltivare i miei interessi senza troppe pressioni. Ho tenuto aperta questa strada per avere più scelte in futuro. La Lube punta su di me con questo contratto. Cercherò di ricambiare in campo la fiducia».

Dopo Simon tocca a Lucarelli dire addio alla Lube: «Non scorderò mai il mio primo Scudetto»

L’addio del “gigante buono” Simon: «Tornerò spesso a Civitanova, le Marche sono parte della mia vita»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =