Lube, Juantorena anticipa l’addio:
«Inseguo il mio sesto titolo mondiale
con Civitanova e poi lascio l’Italia»

VOLLEY - Il capitano, al sesto anno anno in biancorosso, rivela: «Ho maturato l’idea di andare via a fine stagione. Sono stanco, non è semplice trovare le motivazioni. Ho vinto tutto. Ho ancora un anno, ma deciderò insieme alla società. Di sicuro non resterò in Italia perché non andrei mai in un club diverso dalla Lube»
- caricamento letture

 

scudetto-lube-FDM-20-325x217

Ousmany Juantorena

 

di Mauro Giustozzi

«Inseguo il mio personale sesto titolo mondiale con Civitanova e poi lascio l’Italia». Alla vigilia dell’esordio di domani sera della Lube nel mondiale per club che si disputa in Brasile Osmany Juantorena, in un’intervista rilasciata oggi al sito della Gazzetta dello Sport, svela quali sono i suoi piani futuri. Arrivato a 36 anni, dopo aver chiuso in estate l’esperienza con la maglia azzurra della nazionale ecco che, dal lontanissimo Brasile, il martello cubano-italiano annuncia il suo addio anche alla maglia biancorossa. Non prima, però, di essersi tolto qualche altra soddisfazione sportiva, magari cominciando dal bis proprio nel mondiale per club e poi continuando in Italia quando ci saranno altri due appuntamenti prestigiosi come la Coppa Italia e poi lo Scudetto e magari anche la Champions League europea. Le sue parole sono inequivocabili: nonostante abbia ancora un altro anno di contratto con il club cuciniero Juantorena ha già deciso quale sarà il suo futuro sportivo. Non chiuderà la carriera alla Lube, ma i suoi orizzonti prossimi sono indirizzati verso un’esperienza all’estero in un torneo con meno pressioni che può essere in Asia, Cina o Giappone.

Juantorena«Ho maturato l’idea di andare via a fine stagione – ha spiegato il capitano di Civitanova, sempre alla Gazzetta dello Sport -. Sono stanco, non è semplice trovare le motivazioni. Ho vinto tutto. Ho ancora un anno, ma deciderò insieme alla società. Di sicuro non resterò in Italia perché non andrei mai in un club diverso dalla Lube». Un lungo addio che Juantorena ufficializza a metà stagione ma anche in tempo per consentire al club con cui negli ultimi anni ha vinto tutto di potersi muovere sul mercato ed organizzare la sua sostituzione in vista della stagione 2022-23. Più che sostituire Juantorena, che non ha un clone o un sosia di quel livello al momento, la Lube prevedibilmente cercherà qualche giovane da innestare e far crescere nella squadra della prossima stagione. Certo, il nome più gettonato e l’erede naturale battezzato dallo stesso Osmany qualche settimana fa è Michieletto, che in nazionale peraltro ha preso quello stesso numero 5 di maglia dell’hombre cubano. Difficile, però, che Trento se lo faccia scappare vista la giovane età del campione d’Europa azzurro. Più probabile che, come accaduto in passato con Balaso, Civitanova bussi alla porta di Padova per portare in riva all’Adriatico l’emergente Mattia Bottolo per completare il reparto degli schiacciatori.

juantorena-a-casa-e1587113894337-325x315Ma nei prossimi mesi le cose saranno più delineate. Intanto la Lube si concentra sul mondiale per club dove si presenta da squadra detentrice del titolo conquistato nel 2019. La rassegna della Fivb coinvolgerà altre cinque squadre di altissimo profilo a partire da stasera sino all’11 dicembre (finale alle ore 00.30 italiane del 12 dicembre) che sono Foolad Sirjan (Iran), Funvic Taubaté (Brasile), Sada Cruzeiro (Brasile), Trentino Itas e Upcn San Juan (Argentina. Dopo l’oro vinto a Betim nel 2019 (non disputata l’edizione del 2020 per la pandemia) e i due argenti conquistati in Polonia nel 2017 e nel 2018, capitan Juantorena e compagni sono tornati nel luogo che li ha consacrati ai vertici mondiali e inseguono l’impresa, centrare uno storico bis. Si tratta della quarta partecipazione consecutiva al mondiale per club per i marchigiani. Nel 2019, sempre a Betim, i cucinieri hanno piegato 3-1 nella finalissima i brasiliani del Sada Cruzeiro dopo averli sconfitti in tre set nella prima fase. La formula prevede nella prima fase due gironi all’italiana di sola andata da tre squadre. Le vincenti di ogni pool affronteranno in gara unica la seconda classificata dell’altro raggruppamento. Poi una finale per il terzo posto e la resa dei conti per l’oro. Questo il programma dettagliato delle gare: la pool A (dove è inserita la Lube) si aprirà stasera alle 18 brasiliane (22 in Italia) con la sfida tra i brasiliani del Funvic Taubaté e gli argentini dell’Upcn San Juan.

Juantorena-e1616604163144-325x173

Mercoledì 8 dicembre entrerà in gioco la Lube alle 17 brasiliane (21 in Italia) contro l’Upcn. L’ultima sfida del gruppo avrà il suo fischio di inizio giovedì 9 dicembre alle 17 brasiliane (21 italiane) Lube contro Funvic Taubatè. La prima semifinale si giocherà venerdì 10 dicembre alle 17 brasiliane (21 in Italia), mentre la seconda semifinale andrà in scena alle 20.30 brasiliane di venerdì 10 dicembre (alle 00.30 italiane di sabato 11 dicembre). Finale per il terzo posto alle 17 brasiliane di sabato 11 dicembre (21 in Italia), finalissima iridata alle 20.30 brasiliane di sabato 11 dicembre (00.30 di domenica 12 dicembre in Italia). L’emittente televisiva Sky Sport trasmetterà le partite di Civitanova e Trento nei gironi preliminari, le semifinali e le finali. Le gare saranno trasmesse da Sky Sport Arena/Sky Sport Action e in live streaming su Now.

Lube in Brasile per il Mondiale, Blengini: «Ci siamo subito ambientati»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =