La Civitanova del colera e del terremoto
rivive nel romanzo di Antonio Eleuteri

LA PRESENTAZIONE dell'ultimo libro dell'architetto si terrà sabato dalle 17,30 al teatro Cecchetti
- caricamento letture
Conferenza-stampa-La-Cometa

La presentazione del libro “La cometa!”


Una Civitanova di inizio ventesimo secolo, devastata dal colera e dal terremoto, dove il velo nero del cielo è ferito dalla cometa di Halley. È la città che rivive nel romanzo breve La cometa! dell’architetto Antonio Eleuteri. Il libro sarà presentato al pubblico sabato 4 dalle 17,30 al teatro Cecchetti di Civitanova.
L’occasione sarà impreziosita da un’imperdibile rappresentazione in vernacolo degli attori dell’Accademia Primo Dialetto Angelo e Mariano Guarnieri. Stamattina, a Palazzo Sforza, si è tenuta la presentazione del romanzo storico, decimo titolo della collana editoriale Bibliobabele.

Collana-Eleuteri-In apertura, il sindaco Fabrizio Ciarapica ha ringraziato Eleuteri per «il bel regalo che ci viene donato da dieci anni. Una pubblicazione che dà lustro alla nostra città e siamo orgogliosi di portarla avanti. Un grazie particolare va anche all’accademia Primo dialetto, una realtà importante che con passione mantiene vive le nostre tradizioni. Proprio ieri abbiamo in Giunta deciso di affidare loro dei locali a Fontespina, che si trovano sotto l’asilo Collodi di via Saragat: diventeranno la sede per fare le prove degli spettacoli». Eleuteri è quindi entrato nel vivo de La cometa!, che «a differenza degli altri romanzi brevi è più “attualizzante”. Racconta, infatti, la Civitanova del 1910 funestata dal colera e da un terremoto di particolare interesse anche per le autorità del tempo. Il momento, se non bastasse, è caratterizzato dal passaggio della cometa di Halley, avvenuto il 19 maggio 1910». Eleuteri ha poi ripercorso i dieci anni della collana, «partita con il primo volume grazie alla generosità di Primo Recchioni e proseguita con i vari mecenati che hanno creduto al progetto».

Quest’anno la pubblicazione è resa possibile grazie al contributo del Banco Marchigiano, dell’Atac Spa, della CplC (Compagnia per la comunicazione) e con la collaborazione del Comune e dell’Azienda dei Teatri, con quest’ultima che ha lavorato co-organizzando la presentazione di sabato. Primo Recchioni, a nome dell’Accademia, ha voluto ricordare Sandro Bella, decano dei barbieri e stimato poeta dialettale, scomparso in primavera. «Una perdita per la collettività civitanovese: ci ha lasciato importanti pubblicazioni e mi auguro che queste testimonianze restino nel tempo. Del canto nostro, stiamo lavorando ad un progetto epocale per tenere vive le nostre origini». L’ingresso di sabato 4 al Cecchetti è libero: al pubblico verrà donata una copia de “La Cometa!”, che sarà messa anche a disposizione degli sponsor e di associazioni interessate per le strenne natalizie (fino ad esaurimento della tiratura). Alla conferenza stampa hanno preso parte: il sindaco Fabrizio Ciarapica; il presidente del Consiglio comunale Claudio Morresi; l’autore Antonio Eleuteri; Primo Recchioni e Domenico Lepretti dell’Accademia Primo Dialetto; Daniela Milani, responsabile dell’ufficio marketing e Relazioni esterne del Banco Marchigiano; Francesca Della Valle di CplC.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X