Maggiori spazi per i locali:
corso Matteotti
diventa isola pedonale

PORTO RECANATI - Il sindaco Roberto Mozzicafreddo spiega il provvedimento: «entrerà in vigore dalle 18 fino alla chiusura (il cui orario verrà stabilito nei prossimi decreti) da via XX Settembre al Mondial. Potranno essere posizionati tavoli e sedie e sarà possibile la somministrazione di cibo e bevande in sicurezza»
- caricamento letture

 

corso-matteotti

Corso Matteotti a Porto Recanati

 

Corso Matteotti a Porto Recanati diventa isola pedonale, dalle 18 fino al coprifuoco. È la decisione presa dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mozzicafreddo, che nell’ultima riunione di maggioranza ha accolto la richiesta di “Porto Recanati é +” in relazione all’assetto della viabilità su Corso Matteotti nella prossima estate. Il tutto, per consentire a bar, ristoranti, pizzerie, piadinerie e altri locali di usufruire di maggiori spazi e in totale sicurezza. «L’esperienza della scorsa estate con il posizionamento dei due salottini aveva avuto il consenso dichiarato di turisti e concittadini e ci sarebbe piaciuto ripeterla magari per un solo tratto, ma aveva anche mostrato la criticità determinata dall’utilizzo degli spazi liberi di coloro che, abituati a muoversi in libertà all’interno degli isolotti, continuavano ad usare il corso come se fosse libero dal traffico normale delle auto – spiega il primo cittadino -.

roberto-mozzicafreddo-sindaco-porto-recanati-archivio-arkiv-FDM-e1614703764911-325x283

Il sindaco Roberto Mozzicafreddo

Ciò ha determinato situazioni di pericolo che abbiamo dovuto considerare. Per questi motivi, nella massima considerazione della necessità di rispettare tutte le norme possibili di distanziamento per bar, ristoranti, pizzerie, piadinerie e simili che hanno molto sofferto la chiusura obbligatoria per decreto, si è ritenuto di adottare la soluzione di chiudere tutto corso Matteotti come isola pedonale alle 18 e fino alla chiusura (il cui orario verrà stabilito nei prossimi decreti) da via XX Settembre al Mondial (così come avviene di solito la domenica anche in inverno) – prosegue il sindaco -. La decisione intende rispettare il desiderio dei concittadini e turisti di muoversi in una area vasta in libertà nelle ore del tardo pomeriggio, dopo il mare o dopo il lavoro, e dedicarsi nella passeggiata anche, ovviamente, allo shopping. L’apertura al traffico veicolare della mattina e fino alle 18 consentirà le consegne ai negozi e il normale movimento delle auto. Dopo le 18 sarà consentito il transito esclusivamente ai mezzi di soccorso, pulizia (svuotamento cestini), Forze dell’Ordine o di emergenza. Dalle 18 potranno essere posizionati tavoli e sedie (dietro presentazione di richiesta circostanziata) e sarà possibile la somministrazione di cibo e bevande in sicurezza – conclude Roberto Mozzicafreddo -. Con questa occasione chiediamo a tutti di fare ogni sforzo per non perdere la libertà “riconquistata”, che non è un libera tutti. Troppa gente ancora non rispetta le norme basilari per la riduzione del contagio. Dopo parecchi giorni che facevano registrare 0 o 1 – 2 contagi, ieri ne abbiamo dovuti registrare dal report regionale 18 nuovi ed oggi ulteriori 4. È in mano a ciascuno di noi il rischio di nuove chiusure e siamo certi che nessuno vuole correrlo. Ma non basta a parole».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X