Nocera sul girone della Rata:
«E’ sicuramente il più tosto dei tre,
la Civitanovese nel suo avrà vita facile»

PROMOZIONE - L'allenatore, dopo aver ribadito la contrarietà al nuovo format deciso dalla Figc Marche, stila la lista delle avversarie da battere: «L’Osimana ha fatto uno squadrone, ci sono il Loreto, il Portorecanati, lo stesso Chiesanuova e campi ostici dove andare a giocare come Filottrano o Treia. Mentre gli altri due raggruppamenti sono più abbordabili, in particolare quello della zona sud»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Maceratese_PrimoAllenamento_FF-15-650x434

Francesco Nocera, allenatore della Maceratese

 

di Mauro Giustozzi


Ancora un lungo mese di preparazione prima del via ufficiale del campionato di Promozione diviso in 3 gironi da 12 squadre. La soluzione meno gradita dalla Maceratese, società e allenatore. Lo start del torneo di Promozione fissato al 25 ottobre, con la certezza che la Rata esordirà in trasferta, visto che quello stesso giorno è già calendarizzata all’Helvia Recina la sfida di serie C tra Matelica e Arezzo. Mister Francesco Nocera, intanto, continua a tenere sotto pressione i suoi giocatori in questo infinito precampionato che sarà ricco solamente di test amichevoli. Dopo i primi due disputati contro Centobuchi (vittoria) e Montefano (sconfitta), ne è in programma un terzo sabato all’Helvia Recina (alle 16) con un avversario del campionato di Promozione, stavolta si tratta dell’Atletico Centobuchi, però inserto nel girone C con la Civitanovese.

 

Maceratese_PrimoAllenamento_FF-13-325x217«La preparazione va avanti come avevamo programmato – sottolinea l’allenatore della Maceratese, Nocera -, senza particolari intoppi, a parte qualche giocatore acciaccato che ha saltato qualche amichevole, come è accaduto per il portiere Giustozzi e per Dell’Aquila. Per quanto riguarda l’attaccante cerchiamo di recuperarlo per la prossima amichevole che abbiamo in programma sabato prossimo contro un avversario della nostra stessa categoria per verificare l’assetto tattico con la sua presenza sul rettangolo di gioco. In questa fase della preparazione ho molto apprezzato da parte di tutti i ragazzi che fanno parte di questo gruppo l’impegno e la serietà. Già in queste prime uscite amichevoli si sono viste cose buone e positive, su altre invece bisogna lavorare anche perché questo è un gruppo totalmente rinnovato e che quindi necessita di tempo per amalgamarsi al meglio. In queste amichevoli non guardo al risultato ma mi interessa osservare la crescita ed i miglioramenti a livello fisico-atletico e poi anche per gli aspetti tecnico-tattico che voglio vedere col passare delle settimane di allenamento».

 

Maceratese_PrimoAllenamento_FF-10-325x217La Figc regionale, contro il parere di molti club tra cui la stessa Maceratese, ha poi deciso di varare una Promozione spalmata su tre gironi di 12 squadre ciascuno che prevedono che solo la prima classifica possa accedere direttamente in Eccellenza. Con la possibilità di disputare i playoff nella coda di una stagione di gran lunga ridimensionata, con ben 12 partite in meno rispetto alle previsioni, che sono poi tre mesi di calcio. «Non mi piace affatto questa decisione presa dal Comitato regionale – riconferma mister Nocera – perché non è un vero e proprio campionato. Troppo poche le partite da disputare con una divisione delle squadre su tre gironi. Sarebbe stato più opportuno e ritengo anche giusto, fare un’Eccellenza a due gironi favorendo quelle società che lo scorso anno si erano attrezzate per tentare di vincere i playoff e fare il salto di categoria, club penalizzati dalla non conclusione della passata stagione. A questo punto sarebbe stato più giusto lasciare tutto come era previsto, cioè due gironi di Promozione da 18 squadre. In questo modo invece ci si presenta un torneo anomalo, con la nostra squadra inserita nel girone B che è sicuramente quello più tosto di tutti essendoci inserita l’Osimana che ha fatto uno squadrone, il Loreto, il Portorecanati, lo stesso Chiesanuova e campi ostici dove andare a giocare come Filottrano o Treia. Mentre gli altri due raggruppamenti sono più abbordabili, in particolare la Civitanovese nel girone sud delle Marche avrà un cammino molto più agevole del nostro su questo non c’è dubbio».

 

Maceratese_PrimoAllenamento_FF-7-325x217Il via del campionato, Covid permettendo, è stato stabilito per il 25 ottobre: il che significa, per la Rata che ha iniziato a sudare dal 31 agosto, quasi due mesi di allenamenti con sole partite amichevoli disputate sino alla data di partenza della stagione ufficiale. «Questo non è un problema – conclude mister Nocera – perché piano piano stiamo cercando di completare la preparazione pre campionato e poi ci terremo in forma con delle amichevoli da disputare in attesa delle gare ufficiali, anche perché quest’anno non c’è neppure la Coppa Italia che ci avrebbe consentito di disputare partite sicuramente più intense di un’amichevole. Sulla rosa la valutazione è in atto, a partire da quei giocatori che non ho potuto vedere come il portiere Giustozzi che è infortunato e coloro che hanno avuto meno spazio. Poi con la società decideremo sul da farsi».  

 

Salta il derby Maceratese-Civitanovese, campionati al via il 25 ottobre



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X