Salta il derby Maceratese-Civitanovese,
campionati al via il 25 ottobre

CALCIO - La composizione dei nuovi gironi di Promozione non consentirà di assistere all'affascinante sfida fra le due città più popolose della provincia. I biancorossi di Nocera animeranno invece la stracittadina con la Cluentina, ancora alla ricerca di un campo da gioco. Assicurati i playoff e i playout. Tutti i raggruppamenti delle maceratesi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
maceratese-civitanovese

Un momento dell’ultimo derby Maceratese – Civitanovese lo scorso 15 dicembre all’Helvia Recina

 

di Michele Carbonari

I tanto attesi gironi dei vari campionati marchigiani sono stati resi noti e rivelano già una sorpresa in Promozione: Maceratese nel girone B, Civitanovese nel girone C. Nella stagione 2020/2021 non ci sarà quindi lo storico derby del Chienti. I biancorossi del capoluogo si consoleranno nella stracittadina contro la ripescata Cluentina (ancora alla ricerca di un campo da gioco), squadra della frazione di Piediripa. Il girone B vede anche altre rappresentanti della provincia come Aurora Treia, Corridonia, Chiesanuova e Portorecanati (completano il gruppo 5 formazioni anconetane). Emigrano nel nuovo girone C, in compagnia dei rossoblu di mister Ciocci e di altre 8 squadre fermane ed ascolane, le formazioni maceratesi più vicine all’Adriatico: Montecosaro, Potenza Picena e Trodica.

In Prima categoria le squadre rappresentanti del nostro territorio sono state distribuite in tre dei nuovi cinque raggruppamenti. Il Villa Musone è l’unica inserita nel girone B, mentre le cinque maceratesi dell’entroterra faranno parte del C: Camerino, Fabiani Matelica, Fiuminata, Folgore Castelraimondo e Pioraco. Il raggruppamento D è quello che parla più maceratese grazie ad Appignanese, Caldarola, Casette Verdini, Cska Amatori Corridonia, Elfa Tolentino, Montemilone Pollenza, San Claudio, Settempeda ed Urbis Salvia (quattro fermane consentono di raggiungere quota 13 squadre).

Nella metà dei dieci girone di Seconda categoria compaiono club maceratesi. Le cugine San Francesco Cingoli e Victoria Strada sono nel gruppo D, le sangiustesi Real Molino e Telusiano nel gruppo H, Accademia Montefano e Real Porto nel gruppo E. Due gironi, invece, sono completamente composti da squadre della provincia di Macerata. Abbadiense, Aries Trodica, Atletico Macerata, Csi Recanati, Città di Civitanova, Montecassiano, Monteluponese, Morrovalle, Porto Potenza, Union Picena, United Civitanova, Vigor Macerata e Vigor Montecosaro sono formano il girone F. Belfortese, Borgo Mogliano, Esanatoglia, Juventus Club Tolentino, Palombese, Pennese, Pollenza, Ripesanginesio, San Ginesio, Petriolo, Sarnano, Sefro e Gualdo animano il girone G.

Cellini-e-Martino-e1587368047577-325x308

Il presidente della Figc Marche Paolo Cellini

I campionati di Promozione, Prima categoria e Seconda categoria prenderanno il via il 25 ottobre e verranno effettuati i playoff dall’Eccellenza alla Terza categoria e playout dall’Eccellenza alla Seconda categoria, con modalità che verranno comunicate nei prossimi comunicati ufficiali. In quello odierno il presidente del comitato regionale Paolo Cellini lancia il proprio messaggio. «L’avvio nelle Marche di una nuova stagione sportiva con l’inizio del campionato di Eccellenza, se da una parte è un segnale di vitalità ed accende un lume di speranza, dall’altra non cancella perplessità e dubbi per il contesto di riferimento nel quale ciò avviene – si legge nella nota -. Lungi dal discutere valori e priorità, ruoli e competenze, l’auspicio è che da ogni realtà coinvolta, istituzioni ed esperti, federazione nazionale e territoriale, società ed arbitri, tecnici e calciatori, informazione, sportivi, ci sia spirito di disponibilità, di confronto e collaborazione. Come Comitato regionale, dato atto alle società marchigiane di aver confermato passione per il calcio e senso di appartenenza con lo stesso livello di adesioni della scorsa stagione, all’interno di norme ed indirizzi di organi politici ed istituzionali superiori, abbiamo ritenuto opportuno distinguere l’Eccellenza, categoria “cuscinetto” tra l’attività regionale e quella nazionale, dalle altre categorie solo regionali, modificandone gironi ed organici. Tutto ciò per avere e dare margini temporali più ampi, in relazione a quella che potrebbe essere l’evoluzione pandemica – conclude Paolo Cellini -. Si riparte dunque per quella che sarà la stagione sportiva unica, senza precedenti né repliche, nella convinzione che se da parte di tutti ci sarà unità di intenti, spirito di collaborazione e di servizio, il barlume di luce e di speranza di oggi potrebbe, col tempo, prendere più forza e consistenza nel cammino di ritorno verso la normalità. C’è tutto questo nello scambio augurale di inizio stagione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X