facebook twitter rss

Cristina, ragazza d’altri tempi:
lo sci era la sua passione

CIVITANOVA - Cristina Cesari, 25 anni, è morta oggi dopo un incidente sulle piste da sci a Madonna di Campiglio. Lavorava come assicuratrice insieme al padre. Amava i viaggi ed era legatissima alla famiglia. «Un destino crudele, non resta che il tuo sorriso»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
5K Condivisioni

 

Cristina Cesari

 

di Laura Boccanera

Amava lo sci, era molto brava e sicura sulla neve e una volta all’anno sceglieva la montagna d’inverno per ritemprarsi dalle fatiche del lavoro. E proprio la montagna l’ha tradita, lei che era nata in una città di mare. Civitanova è rimasta sgomenta alla notizia della 25enne Cristina Cesari, morta dopo una caduta a Madonna di Campiglio mentre sciava. Incredulità e profonda tristezza hanno colto tutti coloro che la conoscevano alla notizia della sua scomparsa. Nessuno credeva davvero che la sfortunata giovane fosse proprio lei. Impossibile. Cristina aveva frequentato l’istituto commerciale a Civitanova Alta e dopo il diploma ha iniziato a lavorare con il padre, storico assicuratore, ex titolare della compagnia Lenzi Broker di Civitanova.

Una ragazza molto determinata, posata, che dimostrava qualche anno in più proprio per l’eleganza e la compostezza che la contraddistingueva: bellissima e curatissima. Amava moltissimo viaggiare e la montagna era una delle sue mete preferite d’inverno. Attaccatissima alla famiglia, una ragazza quasi d’altri tempi e di sani principi, legatissima alla madre con cui condivideva molte attività e tempo. Aveva anche un fratello più piccolo. Da qualche giorno era arrivata a Madonna di Campiglio con gli amici. Ieri mattina con loro ha raggiunto il comprensorio dello Spinale, e dalla cima ha percorso la pista nera quando ha preso velocità non riuscendo più a controllare i suoi movimenti e finendo lungo la “variante Marchi”, un’altra pista che si trova ad un livello sottostante. A nulla è valso il fatto che la ragazza indossasse il casco. A ritrovarla è stato un gruppo di sciatori stranieri che ha dato l’allarme. I primi ad arrivare sono stati i carabinieri del soccorso alpino che hanno iniziato le manovre di defibrillazione per l’arresto cardiaco. Cristina è stata poi caricata sull’elicottero dell’elisoccorso e trasportata dell’ospedale di Trento dove la giovane è stata ricoverata. Le sue condizioni sono apparse fin da subito drammatiche. Questa mattina alle 9,15 i medici del Santa Chiara ne hanno dichiarato la morte cerebrale e dopo le sei ore di monitoraggio è stata dichiarata morta. I genitori hanno deciso di donare gli organi della ragazza. In tanti sui social hanno espresso parole di cordoglio e di vicinanza ai familiari. Tra gli altri anche Kruger Agostinelli, Pr e comunicatore di locali e discoteche che ne ha ricordato il sorriso e la dolcezza: «La sua bellezza era spontanea – ha scritto in un post – naturale come il suo modo di rapportarsi con il prossimo. Ora non mi rimane che il suo bel sorriso. Riposa in pace Cristina. Il destino sa essere misterioso e crudele e non possiamo cambiarlo. Volevo ricordarti a voce alta perché bisogna urlare quando una giovane vita va via».

Dramma a Madonna di Campiglio, è morta la 25enne civitanovese: i genitori decidono di donare gli organi

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X