facebook twitter rss

Macerie sisma, Ceriscioli:
«Impegno del premier Conte
a prorogare la scadenza»

TERREMOTO - Le parole del governatore all'indomani della conferenza Stato-Regioni a Palazzo Chigi: «Sul tavolo anche la proroga del personale negli uffici ricostruzione»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
51 Condivisioni

 

Luca Ceriscioli e Giuseppe Conte

 

«Una risposta importante quella del premier Conte sulla proroga per i siti delle macerie ». Queste le parole di Luca Ceriscioli, governatore delle Marche, all’indomani del colloquio del primo ministro Giuseppe Conte con i presidenti delle regioni colpite dal sisma a margine della conferenza a Palazzo Chigi. «L’impegno del premier – sottolinea Ceriscioli – è stato quello di prorogare la scadenza attraverso il decreto Milleproroghe. Quindi da febbraio dovremmo poter comunicare una nuova data e utilizzare i siti che possono ricevere le macerie. Il tema, in ogni caso, non è più quello che blocca la ricostruzione, dato che parliamo di macerie che si trovano nei lotti privati e che non impediscono collegamenti. Certamente però, chi ha bisogno di ricollocare le macerie deve avere un sito dove poterlo fare». «L’incontro – prosegue il governatore – è stata anche l’occasione per ricordare gli altri temi importanti: prima di tutto il personale in scadenza per cui è stato trovato un palliativo che permette la proroga di un ulteriore anno. Ma proprio in quell’anno, ed è ciò che abbiamo chiesto a Conte, è necessario trovare misure specifiche che permettano di stabilizzare i dipendenti che da tempo lavorano all’Ufficio ricostruzione e hanno ormai acquisito competenze. Bisogna rafforzare il personale ed incrementarlo con nuovi arrivi perché è evidente che solo con l’aumento dei tecnici sarà possibile accelerare l’approvazione dei progetti».

 

Caos gestione macerie, Morgoni: «Era implicita nel decreto sisma»

In ferie forzate 35 dipendenti del Cosmari che devono smaltire le macerie del sisma: colpa della “svista” nel decreto terremoto

«Macerie sisma, manca il rinnovo per la gestione dei siti temporanei» Presentata interrogazione al Governo

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X