Leandro Messi, cugino della “Pulce”
«Recanati sulla bocca di tutti
ma Leo era già elettore»

IL CASO - Anche lui è finito suo malgrado nel polverone mediatico dopo la lettera inviata al parente alla lontana per votare alle amministrative: «Questa storia mi ha stufato ma almeno si parla della città»
- caricamento letture
presepe-meccanico-a-recanati-2016-leandro-messi-foto-ap-7-450x300

Leandro Messi con una sua creazione

 

di Federica Nardi

«Se ne è parlato abbastanza. Ma questa lettera l’ha sempre ricevuta. E’ iscritto all’anagrafe di Recanati dal 2010 e quindi per le elezioni del 2014 era già stata mandata. Ma senza post su Facebook non si era creato nessun clamore». A parlare è Leandro Messi, cugino alla lontana del Lionel campione con il Barcellona finito nel mezzo del mix pre elettorale di Recanati. Perché Messi Lionel, in città, è iscritto all’Aire (l’anagrafe dei residenti all’estero) e quindi ha ricevuto anche quest’anno la lettera che permette a chi risiede all’estero di votare alle comunali. Dopo la notizia di Cronache Maceratesi anche la stampa nazionale si è lanciata sul gustoso accostamento tra città di Leopardi (nell’anno, tra l’altro del bicentenario dell’Infinito) e i gol indimenticabili della Pulce. Dall’ironico commento di Gramellini in prima pagina sul Corsera “Come siamo Messi” passando per la Gazzetta dello sport e le tv nazionali, la città di Recanati in questi giorni ha goduto di una grande visibilità. Un altro argomento che ha aumentato la tensione in vista dell’appuntamento alle urne del 26 maggio.

lionel-messi

Lionel Messi

Nel faro acceso sulla città ci è finito anche Leandro, cugino alla lontana di Lionel («i nostri trisavoli erano fratelli, il ramo della sua famiglia se ne andò nel 1893 da Recanati», racconta). Un Messi famoso non per il calcio ma per i presepi artistici, delle vere e proprie opere d’arte. Anche a lui sono arrivate svariate telefonate per la vicenda del lontano cugino. Ma non ha molto da aggiungere: «Le voci sullo scontento del Barcellona per la vicenda sono tutte da dimostrare – spiega Messi -, non c’è niente di sicuro. La notizia della lettera per votare, coincidendo con quei due gol in Champions, ha scatenato tutto questo – spiega -. La vicenda mi ha un po’ stufato. Ma sono contento perché si parla ovunque di Recanati».

Lionel Messi elettore a Recanati, spedita la cartolina a Barcellona

Leandro Messi: da tutta Italia per ammirare il tocco del cugino della “Pulce”

Un mondo reale in miniatura, personaggi in movimento e odori: è il nuovo presepe di Messi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X