Villa sotto lo Sferisterio,
M5s si rivolge alla Soprintendenza

MACERATA - Il consigliere Andrea Boccia ha presentato un'interrogazione chiedendo precisazioni in merito all'aumento di volumetria
- caricamento letture
VillaCorradini_LegaNord_FF-14-325x217

Il cantiere in via Pozzo del Mercato

Villa sotto lo Sferisterio a ridosso di una fonte storica, il Movimento 5 stelle porta la questione all’attenzione del Consiglio comunale che riprenderà i lavori a settembre. Lo fa con un’interrogazione di Andrea Boccia che chiede specifiche in merito alla volumetria e all’impatto della costruzione. Nel frattempo i 5 stelle di Macerata hanno già interessato la Soprintendenza in merito alla tutela della fonte. Già nei giorni scorsi i consiglieri di opposizione Paolo Renna, Andrea Marchiori e Riccardo Sacchi avevano chiesto l’esame della pratica in Commissione Urbanistica.

«Riguardo alla demolizione e ricostruzione della casa dei coniugi Corradini  – scrive Boccia – in prossimità della Fonte in via Pozzo del Mercato è ovvio che, nel rispetto delle leggi vigenti, sia sempre possibile ottenere un ampliamento della volumetria. Nulla quindi contro il privato che non intendiamo certo condannare per la sua appartenenza partitica.
Quello che con la nostra interrogazione all’amministrazione vogliamo avere ben chiaro è se tutte le norme ed i regolamenti sono rispettati dal progetto e vogliamo comprendere con precisione l’impatto che la costruzione avrà sull’ adiacente fonte monumentale, da preservare come da impegno pubblico preso dal Consiglio comunale qualche mese fa.
A tale riguardo abbiamo già interessato la Soprintendenza Archeologica e per le Belle Arti e per il Paesaggio delle Marche affinchè svolga tutti i controlli atti ad accertare il rispetto della tutela posta sul monumento a nostro parere seriamente minacciato, ricordando che lo stesso è nel ricordo di tanti maceratesi».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X