Centro storico vs centro commerciale
I negozianti protestano in Comune
«Sostenete chi già c’è» (Foto)

MACERATA - Una trentina gli esercenti che si sono ritrovati in piazza della Libertà per poi spostarsi a palazzo Conventati. Ma il sindaco non c'era, fissato un incontro per la prossima settimana. Richiesta univoca: «A che serve un nuovo shopping center?»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
protesta-commercianti-centro-commerciale-3-650x433

I commercianti nell’atrio di palazzo Conventati

 

di Alessandra Pierini

(foto di Fabio Falcioni)

Un appuntamento con il sindaco Romano Carancini per la prossima settimana: è quello che sono riusciti ad ottenere gli esercenti del centro storico di Macerata, una trentina circa, scesi in piazza e poi saliti in Comune per manifestare personalmente la loro contrarietà al nuovo centro commerciale a Piediripa. Contrarietà già espressa in tanti modi, non ultimo le migliaia di firme raccolte per chiedere di bloccare la pratica. 

protesta-commercianti-centro-commerciale-7-325x217

Chiara Tomassetti e Paolo Pagnanelli

«Il nostro modello di sviluppo è diverso – spiega Chiara Tomassetti della Bottega del Libro – parliamo ogni giorno con i nostri clienti e non sentono affatto il bisogno di un altro centro commerciale. Bisogna sostenere le attività che già esistono e che hanno bisogno di lavorare con quotidianità. Ben vengano gli eventi ma noi siamo qui tutti i giorni».
C’è voglia di centro storico ma probabilmente si preferiscono soluzioni più comode visto che al momento del sit, nella piazza della Libertà baciata dal sole e nelle vie circostanti le presenze sono al minimo: «Per tutti noi – prosegue Tomassetti – la chiusura del centro alle auto è auspicabile, crea un’atmosfera piacevole e lo valorizza ma ogni città ha bisogno di un suo modello di sviluppo e quello proposto evidentemente non è giusto per noi». Insiste sulla non necessità di un nuovo shopping center Paolo Pagnanelli, vice presidente dell’associazione commercianti: «Il bacino di utenza è ormai stabile, la classe media si è impoverita. Ci sfuggono le logiche che portano il sindaco a prevedere un nuovo centro commerciale. La conseguenza è un inevitabile impoverimento delle nostre attività. Bisogna sostenere chi c’è già».

protesta-commercianti-centro-commerciale-4-325x217

Il sit-in in corso della Repubblica

Tra i commercianti anche Carla Messi del Movimento 5 Stelle, consigliere comunale ma anche titolare di una attività, da giorni impegnata nella battaglia contro il centro commerciale e Carlo Gasparretti accompagnato da alcuni esponenti di Casa Pound. 
I manifestanti si sono poi spostati a palazzo Conventati, nella sede del palazzo comunale per incontrare il primo cittadino. Ad accoglierli la sua segretaria che non ha potuto far altro che fissare un appuntamento per giovedì alle 14,30.

La lottizzazione Simonetti verrà discussa mercoledì sera durante il direttivo cittadino del Partito Democratico.

 

 

protesta-commercianti-centro-commerciale-6-650x433

 

protesta-commercianti-centro-commerciale-8-650x433

protesta-commercianti-centro-commerciale-9-650x433

protesta-commercianti-centro-commerciale-11-650x433

Tra i commercianti Carla Messi del Movimento 5 Stelle

protesta-commercianti-centro-commerciale-12-650x433

protesta-commercianti-centro-commerciale-5-650x433

protesta-commercianti-centro-commerciale-10-650x433

protesta-commercianti-centro-commerciale-1-650x488

protesta-commercianti-centro-commerciale-2-650x433

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X