Nuovo centro commerciale,
raccolta firme per fermarlo

MACERATA - Mercoledì in largo Amendola, corso Cavour e corso Cairoli il Movimento 5 stelle allestirà dei banchetti. Il consigliere Roberto Cherubini: «Basiti dall'ennesimo consumo di suolo. Tutti mettono la testa sotto la sabbia, noi no». (VIDEO)
- caricamento letture

E’ ancora un progetto sulla carta, ma ha scatenato polemiche senza sosta da quando Cm ne ha rivelato l’esistenza (leggi l’articolo). Il nuovo centro commerciale di Macerata, che dovrebbe sorgere nella lottizzazione Simonetti a Piediripa, ha trovato diversi contrari ovunque: non lo vogliono i commercianti, non lo vuole parte del centro destra e non lo vuole nemmeno il Movimento 5 stelle che ora si mobilita per una raccolta firme. Mercoledì in largo Amendola (piazza della Libertà), corso Cavour e corso Cairoli ci saranno i banchetti dei 5stelle per raccogliere firme contro la costruzione del centro commerciale. Nel frattempo il consigliere Roberto Cherubini ha diffuso un video per spiegare la posizione del Movimento e il perché del no al progetto. «Assistiamo oggi basiti – dice Cherubini -, all’ennesimo consumo di suolo. In un momento nel quale il mondo parla di sostenibilità, Macerata perpetua l’ennesima costruzione di un centro commerciale. Sempre a Piediripa, non lontano da Valleverde. Dobbiamo ricordare tutti, e con una certa rabbia, che da 15 anni a questa parte l’amministrazione comunale di Macerata ha realizzato prima un piano casa davvero criminale: 1 milione e mezzo di metri cubi, una previsione di 80mila abitanti per una città che dal 1960 ha avuto costantemente 40mila abitanti. Un piano realizzato per neanche un 50 percento. Ciò vuol dire che se la crisi econ0mica che in parte l’ha fermato dovesse terminare, avremmo un nuovo e pesante consumo di suolo. Luoghi divenuti non luoghi come piazza Pizzarello, sono frutto di queste scelte dettate da interessi personale e non dal bene comune. E’ arrivata poi Valleverde, una zona bellissima vicino all’abbazia di San Claudio, che oggi è massacrata. Ha una grande strada asfaltata, è illuminata notte e giorno senza motivo. Lì dovevano insediarsi 34 aziende, ce ne sono tre. nessuno che si ponga il problema di rivonvertire quella zona. E oggi siamo alla fase finale per un nuovo centro commerciale a Piediripa, come se non bastassero quelli che già ci sono, enormi, a poche centinaia di metri. Nessuno della politica si domanda come mai questo pullulare di centri commerciale che molto spesso hanno come scopo quello di riciclare denaro. Tutti stanno mettendo la testa sotto la sabbia – conclude Cherubini -, noi no. Vi invitiamo a una nuova mobilitazione».

Nuovo centro commerciale a Macerata, gli esercenti del centro storico: «Un altro mostro, ci batteremo»

«Fermate il nuovo centro commerciale»

Nuovo centro commerciale, progetto già in Provincia: arriva la mozione in Consiglio comunale

Due piani e 13mila metri quadri, nuovo centro commerciale a Piediripa: depositato il progetto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X