Park sotterraneo e strisce blu,
Ciarapica svela il progetto:
«Un corridoio dalla piazza al Varco»

CIVITANOVA - ll sindaco interviene dopo le polemiche di balneari e maggioranza: «La sosta a pagamento è solo una parte, c'è di più, vogliamo realizzare un salotto buono»
- caricamento letture
Ciarapica

Fabrizio Ciarapica

 

di Laura Boccanera

«Dietro al progetto del parcheggio sotterraneo c’è la riqualificazione di tutto il centro, un unico corridoio dalla piazza al Varco sul mare». Ad intervenire dopo ormai giorni di polemica sulla questione dei parcheggi a pagamento e del park sotterraneo a Civitanova è il sindaco di Fabrizio Ciarapica. che sottolinea le motivazioni che ci sono dietro l’ipotesi di realizzare un piano -1 sotto al Varco da cui ricavare 350 posti auto. Ieri cinque esponenti della maggioranza sono usciti allo scoperto rimarcando la loro contrarietà al progetto, ma in realtà il malumore è più ampio. E così oggi il primo cittadino ha spiegato il ragionamento che è in atto su quell’area. «La discussione è partita da un corto circuito comunicativo – spiega il primo cittadino – si è parlato solo di parcheggi a pagamento quando la volontà è quella di creare un grande progetto di riqualificazione del centro, armonioso, organico con arredo urbano, spazio verde, area gioco per i bambini. Spiace che solo l’aspetto dei parcheggi a pagamento sia emerso, quando è una delle ipotesi, ma se ne possono vedere anche altre». Ciarapica illustra allora parte di un progetto presentato da una ditta e che è sulla sua scrivania. L’ipotesi è quella di un corridoio unico da piazza XX settembre al Varco sul mare, «un salotto unico dal mare alla piazza» lo chiama il sindaco che colleghi tutto il centro e sotto terra un park per 350 posti auto. «Non dovremmo demolire l’arco come dice Corvatta – aggiunge – anzi stiamo pensando anche come superare l’attraversamento fra i giardini e il Lido Cluana. Abbiamo lo studio che questa società ci ha fatto, ma al momento non è corretto dire chi è,  perché se il progetto va in porto comunque faremo un’evidenza pubblica ed un bando. La riqualificazione dell’area vale 11 milioni di euro e il park 3 milioni. Poi per finanziare l’opera ci sono diverse ipotesi, non è detto che mettere a pagamento i parcheggi del lungomare sia la conditio sine qua non per realizzare il parcheggio. Al momento non c’è ancora una proposta definita, quando la avremo la sottoporremo alla maggioranza». Sulla contrarietà di balneari e maggioranza Ciarapica conclude: «C’è stata incomprensione, spiace che siano emersi solo dettagli rispetto al grande progetto di riqualificazione, non sto smentendo quanto detto da Troiani, ma solamente che è ancora tutto da decidere».

Lungomare, park sotterraneo e strisce blu: la maggioranza si spacca

Park sotterraneo sul lungomare, bocciatura di Corvatta: «Andrebbe abbattuto l’arco di Belluzzi»

Posti auto a pagamento sul lungomare, coro di protesta dei balneari: «Troiani ci ripensi»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X