facebook twitter rss

Tentato omicidio davanti al Liolà,
la 41enne in coma farmacologico
Il figlio: “Mai più una cosa simile”

MONTECASSIANO - E' in prognosi riservata e in pericolo di vita Trendelina Halimi, la donna investita e presa a martellate dall'ex marito. L'uomo era stato allontanato dall'abitazione della famiglia e ultimamente era ospite in parrocchia. Denis, 19 anni: "Mia madre ha avuto il coraggio di denunciare, non dovrebbero essere queste le conseguenze"
sabato 28 ottobre 2017 - Ore 21:46 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Besnik Habibaj

 

di Gianluca Ginella

«Non dovrebbe mai più accadere una cosa simile, non sarebbe dovuto succedere. Mia madre è una donna fortissima che ha fatto una cosa (denunciare i maltrattamenti subiti, ndr) che altre donne non hanno avuto il coraggio di fare e non dovrebbero essere queste le conseguenze». Denis Habibaj, 19 anni, è il figlio minore di Besnik Habibaj, 55 anni, e di Trendelina Halimi, 41 anni. Il padre nella notte ha tentato di uccidere la donna (leggi l’articolo). Oggi il figlio è stato all’ospedale di Torrette, ad Ancona, sino al tardo pomeriggio quando ha avuto la forza di andare al lavoro (per aiutare la famiglia fa il cameriere in un ristorante). La madre si trova ricoverata in coma farmacologico e in prognosi riservata dopo che il marito l’ha aggredita questa notte, investendola con l’auto e poi colpendola a martellate. La donna è in condizioni gravissime ed è in pericolo di vita. La coppia era arrivata in Italia da Durazzo circa vent’anni fa e nel nostro Paese sono nati i due figli, Denis e Refo, 21 anni, studentessa all’università di Urbino.

Polizia sul parcheggio del Liolà, poco dopo l’aggressione

L’uomo in Italia lavorava come muratore e a Pollenza aveva acquistato una casa che lui stesso ha ristrutturato. Da quella casa, nel centro di Pollenza, in via Marinozzi, l’uomo è stato allontanato, circa 3 mesi fa, con un provvedimento del giudice in seguito alla denuncia per maltrattamenti fatta dalla moglie. Dopo essere stato costretto a lasciare la casa, l’uomo per un periodo ha dormito in auto e ultimamente era ospitato dal parroco della parrocchia di Sant’Andrea di Pollenza. Habibaj però era geloso della moglie che lavorava in una sartoria di Passo di Treia e che secondo chi conosceva la famiglia aveva iniziato una nuova relazione. La donna ieri sera era andata con delle amiche alla discoteca Liolà di Montecassiano per frequentare un corso di ballo. È lì che il marito l’ha raggiunta, intorno a mezzanotte, e nel piazzale davanti al locale l’ha prima investita con l’auto, poi è sceso e l’ha colpita al capo più volte, usando un martello. L’uomo è stato arrestato dalla polizia (sul posto le volanti della questura di Macerata) e si trova nel carcere di Marino del Tronto, ad Ascoli. È accusato di tentato omicidio aggravato. I due figli della coppia stanno accanto alla madre in queste ore con la speranza che possa riprendersi. Denis Habibaj ieri ha appreso la notizia tornato a casa dal lavoro, quando è stato contattato dalle forze dell’ordine. La sorella era a Urbino e ha ricevuto là la notizia di ciò che era accaduto alla mamma.

L’auto contro cui si è scontrata quella guidata da Habibaj



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X