Commozione per il taglio del nastro
del palazzetto “Milena Nardi”

CALDAROLA - La nuova struttura è stata intitolata alla donna morta d'infarto dopo il sisma nella notte del 24 agosto 2016
- caricamento letture

inaugurazione-palazetto-milena-nardi-sarnano-0

Il taglio del nastro

 

inaugurazione-palazetto-milena-nardi-sarnano-5-e1503647292245-325x244

 

Un taglio del nastro dal sapore differente, rispetto a molti altri Comuni terremotati, quello vissuto ieri pomeriggio a Caldarola, dove le autorità civili e religiose hanno inaugurato il nuovo Palazzetto comunale intitolato all’unica vittima caldarolese del terremoto del 24 agosto, la 48enne Milena Nardi. Il cuore della donna esattamente un anno fa, durante la scossa di terremoto delle 3,36, ha smesso di battere improvvisamente lasciando nello sconforto il compagno Sergio, la mamma Elodia, la sorella Sabina e i famigliari tutti. Con grande sensibilità l’amministrazione comunale di Caldarola quindi ho voluto intitolare a lei quel palazzetto dello sport dove Milena Nardi ha più volte giocato a pallavolo e ricoperto il ruolo di dirigente della locale società sportiva. Al taglio del nastro erano presenti, oltre al sindaco Luca Maria Giuseppetti e tutta l’amministrazione comunale, anche l’assessore regionale alla Protezione Civile Angelo Sciapicchetti, il presidente della Provincia  Antonio Pettinari, il rappresentante della Protezione Civile Nazionale Paolo Vaccari, che nei mesi immediatamente successivi al terremoto è stato molto vicino all’Amministrazione di Caldarola, la dirigente scolastica Fabiola Scagnetti, la famiglia di Milena Nardi e diversi rappresentanti delle associazioni sportive.

inaugurazione-palazetto-milena-nardi-sarnano-7-e1503647311381-325x244Nel suo discorso di saluto il sindaco Giuseppetti ha ringraziato gli amministratori regionali e provinciali, la Protezione civile nazionale e locale, le forze dell’ordine, la dirigente scolastica Scagnetti, i suoi concittadini e tutte le associazioni che hanno permesso di andare avanti nonostante le mille difficoltà “quest’anno ha cambiato il modo di vivere di tutti quanti, facendoci capire i veri elementi importanti nell’esistenza di ognuno di noi, è come se la vita si fosse fermata, ma nella sfortuna siamo stati anche fortunati, in questo terremoto molti hanno perso la vita o le persone care, ma nonostante il sentimento di sconforto che spesso ci attanaglia è importante anche sapere di non essere soli, grazie alla tanta solidarietà ricevuta. In questo anno, in cui ho visto tante persone aiutare e mettersi a disposizione nonostante i propri problemi personali, ho imparato quanto è importante rimboccarsi le maniche e mettersi al servizio della propria comunità”,

inaugurazione-palazetto-milena-nardi-sarnano-6-e1503647323610-325x244Il presidente Pettinari ha ribadito che si poteva fare di più e più velocemente, ma competere tra Comuni non serve a nulla “siamo ancora in una fase di emergenza e ci sono realtà più devastate di altre, è giusto intervenire ovunque ma le priorità devono essere le riaperture delle strade e delle zone rosse oltre a restituire le case a tutti. Poi altra priorità è ricostruire le attività produttive, le chiese e i luoghi di aggregazione.” L’assessore regionale Sciapichetti ha dichiarato che il palazzetto comunale è un punto di riferimento importante per la comunità perché lo sport permette di aggregare, intitolarla a Milena Nardi è stato un importante gesto nei confronti di chi nella vita ha contribuito a far crescere la sua comunità. Per quanto riguarda la ricostruzione invece, nel rafforzare le parole del presidente Pettinari inerenti la necessità di restituire in breve a tutti una casa nel loro paese d’origine, Sciapichetti ha aggiunto che è necessario ricostruire il tessuto sociale e rilanciare l’economia anche attraverso il turismo, ad esempio con i 12 milioni di euro che sono stati stanziati per il Castello Pallotta. Per garantire la ricostruzione tutte le istituzioni devono essere presenti e collaborare, Comuni, Provincia, Regione e governo nazionale, ma in questa fase deve essere maggiore il protagonismo delle amministrazioni locali.

inaugurazione-palazetto-milena-nardi-sarnano-4-e1503657277291-325x244Molto belle le parole della dirigente scolastica Fabiola Scagnetti, dopo aver ringraziato l’amministrazione comunale per essere stata sempre vicina al mondo della scuola condividendo ogni passo per garantire la continuità scolastica ai bambini, ha sottolineato come questo palazzetto rappresenti una metafora importante, infatti la palestra è simbolo di sudore, fatica, rappresenta lo sforzo, la competizione costruttiva, il lavoro di squadra, è quindi una giusta metafora che rappresenta l’obiettivo comune volto a lavorare insieme per ricostruire il paese. Immancabile il rito religioso celebrato da Padre Vincenzo e il successivo taglio del nastro, con la promessa di rivedersi tutti numerosi ai prossimi importanti appuntamenti per Caldarola, il 2 settembre con il concerto della Banda Rulli Frulli, l’inaugurazione del nuovo parco giochi per i bambini al campo polivalente il 9 settembre e l’inaugurazione della tensostruttura donata dal Comitato contro la fame nel mondo prevista per il giorno successivo, proprio a dimostrazione che la comunità di Caldarola è più viva che mai.

inaugurazione-palazetto-milena-nardi-sarnano-2-e1503657340993

Morì d’infarto la notte del sisma, Caldarola le intitola il nuovo palazzetto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X