Il sindaco Ciarapica si gode il risultato:
“Tra una settimana la Giunta”

CIVITANOVA - Il nuovo primo cittadino è passato in Comune per un saluto. Ora due giorni di riposo e poi al lavoro: "Non ho intenzione di stravolgere i programmi, la continuità amministrativa è importante"
- caricamento letture
Ciarapica-1-650x488

Fabrizio Ciarapica in Comune con la famiglia

Ciarapica-3-300x400

 

di Laura Boccanera

Com’è svegliarsi da sindaco? «Quasi stavo meglio ieri sera prima dello scrutinio, sento una grossa responsabilità». Questa mattina Fabrizio Ciarapica ha raggiunto Civitanova di buon’ora con la sua famiglia, ha fatto colazione e poi è salito a Palazzo Sforza per un saluto ai dipendenti comunali. Primo giorno da primo cittadino. Ora due giorni di relax e poi un’agenda fitta per costituire la giunta. «Non mi aspettavo un risultato così netto – racconta – però da qualche giorno sentivo l’aria di cambiamento,  un’aria positiva attorno a me, un clima che ha contagiato la scelta della città. Non so se un risultato simile fosse mai stato ottenuto in città, una vittoria 37 sezioni su 40  è un risultato eccezionale». La candidatura di Ciarapica è partita da lontano, un anno fa quando Vince Civitanova fece scendere in campo a sorpresa il suo leader senza una coalizione che  si è formato col tempo raggruppando anche i partiti di centrodestra. Non sarà difficile immaginare un posto in giunta per coloro che tra i primi hanno corso ventre a terra e scarpe da tennis per portare voti. Tra i papabili ci sono Fausto Troiani e Maika Gabellieri, volto nuovo, attiva sostenitrice e catalizzatrice di voti dopo il super votato della lista Troiani. «Quello delle preferenze non sarà l’unico criterio per la giunta – dice Ciarapica – ancora non abbiamo parlato di assessorati, ma valuteremo anche competenze, esperienza, disponibilità».

Niente stretta di mano tra il sindaco uscente e il neoeletto: i due ieri sera non si sono incontrati fisicamente in sala giunta, ma i commenti da entrambe le parti sono piuttosto aspri. Ieri sera Corvatta ha parlato di rammarico per una città in mano ad una destra arrogante e autoritaria, oggi Ciarapica ribatte: «Corvatta ha scontato il modo in cui ha amministrato la città, una politica di mancato ascolto dei problemi. A lui do atto di aver sempre creduto in quello che faceva e di averlo portato avanti, però spiace che dia dei fascisti e arroganti a chi ci ha votato perchè non insulta noi ma la città. Ha preso una batosta anche per questo. Dovrebbe rispettare il verdetto dei cittadini».
Poi Ciarapica agenda in mano programma il lavoro da farsi. Ora due giorni di relax e poi promette tempo una settimana per i nomi della giunta: «le cose da fare sono molte, c’è la stagione turistica già avviata, entro la prossima settimana conto di riuscire a strutturare l’organizzazione amministrativa». Tra le attività avviate anche la stagione culturale (domani è stata fissata una conferenza stampa per la presentazione di Rive festival), resta da capire per quest’anno come si organizzerà la nuova amministrazione: «non conosco ancora la questione nel dettaglio, che impegni siano stati presi, vedremo quello che potremo fare. Non ho intenzione di stravolgere i programmi, la continuità amministrativa è importante, vedremo il da farsi appena prenderemo in mano la questione».

ballotaggio_risultato_ciarapica_corvatta

Il risultato del ballottaggio tra i candidati Ciarapica e Corvatta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X