Respinto all’ingresso,
Gianni Piangiarelli resta fuori dallo stadio

HELVIA RECINA VIETATO - Al proprietario delle quote della Maceratese durante la gestione Tardella sono stati revocati i pass della tribuna e del parcheggio per invalidi. Impedito anche l'accesso in gradinata. Le dichiarazioni post partita di mister Giunti e capitan Quadri: "Abbiamo bisogno che qualcuno ci stia vicino in modo concreto e non solo a parole"
- caricamento letture
piangiarelli

Gianni Piangiarelli

 

di Mario Giustozzi 

Fuori programma inatteso per il proprietario delle quote della Maceratese durante la gestione Tardella, Gianni Piangiarelli, respinto agli ingressi dello stadio Helvia Recina. Da parte dell’attuale proprietà del club è stato revocato sia il pass di ingresso alla tribuna che il parcheggio auto per invalidi (categoria in cui rientra Piangiarelli) che si trova dietro la tribuna. A questo punto l’ex presidente (le quote societarie figuravano a suo nome durante la gestione Tardella) si è diretto al botteghino per acquistare un biglietto di tribuna centrale ma, visto poi tutta la strada che avrebbe dovuto percorrere per entrare allo stadio, e le sue precarie condizioni di deambulazione, è stato accompagnato in auto da un suo amico all’ingresso del settore gradinata. Qui gli steward ne hanno impedito l’accesso, anche dopo aver sentito un responsabile della società. A quel punto Piangiarelli  ha deciso di tornarsene a casa non vedendo la partita. Un episodio sicuramente poco edificante che si inquadra nella situazione generale che sta vivendo il club biancorosso.

maceratese-7-Copy-1-400x291

L’esultanza dei biancorossi dopo il gol vittoria contro la Reggiana (foto Fabiola Monachesi)

LE DICHIARAZIONI dopo la bella vittoria di oggi pomeriggio contro la Reggiana (leggi l’articolo) Il capitano, Alberto Quadri: “Tutti noi stiamo dando tantissimo per questa maglia e per questa società però abbiamo bisogno che qualcuno ci dia una mano, ci stia vicino in modo concreto e non più solo a parole. Di queste ne abbiamo sentite tante, troppe, c’è bisogno di tradurre in atti concreti, e cioè  nel pagamento degli stipendi, queste promesse”.  Il tecnico Federico Giunti: “Se devo dire la verità abbiamo giocato meglio contro il Gubbio, anche se la  forza della Reggiana è superiore. Devo riconoscere ai miei giocatori grande intensità ed  applicazione perché altrimenti non avremmo potuto fare una partita del genere al cospetto di un  avversario di rango come questo. E’ una vittoria importantissima ma conterà poco se non gli  daremo continuità facendo bene anche domenica prossima a Lumezzane”.

La Maceratese ritrova il sorriso, Allegretti fa gioire l’Helvia Recina

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X