Follia razzista sul bus:
insulta una straniera,
poi spruzza spray all’autista

CIVITANOVA - E' successo su di un pullman di linea della Contram diretto a Macerata. Un 60enne del capoluogo ha dato della scimmia a una marocchina, poi ha spintonato una ragazza e usato una bomboletta al peperoncino contro il conducente del mezzo che visto ciò che stava accadendo era intervenuto. Sul posto la polizia
- caricamento letture

15102365_10210988571331658_1680041350_o

 

15146837_10210988569331608_112506938_o

 

di Laura Boccanera

Spray al peperoncino contro autista della Contram e insulti razziali ad una passeggera marocchina. Follia sull’autobus delle 19,30 in partenza da Civitanova verso Macerata. Il protagonista dell’assurda escalation di rabbia e ingiurie è un 60enne maceratese. «Scimmia, questo posto è mio» così si sarebbe rivolto ad una donna di origine marocchina, residente a Trodica di Morrovalle, e che lavora in un bar di Macerata. E per difenderla l’autista è rimasto vittima della furia dell’uomo che ha tirato fuori uno spray al peperoncino e gliel’ha spruzzato sul volto e ha poi continuato ad offendere un’altra ragazza apostrofandola come “tossica”, perché era intervenuta in difesa della donna.

Tutto comincia poco prima della 19,30: l’uomo è seduto al primo posto del pullman. La marocchina entra insieme alle tre figlie (di cui una minore) e fa per sedersi. L’uomo a quel punto le dice che quel posto è il suo e che non può mettersi seduta lì. «Gli ho risposto “perchè, te lo sei comprato?” – riferisce la donna – ma poi siamo andate in fondo all’autobus, mai mi sarei aspettata quello che è successo. Da 20 anni sono in Italia non mi è mai capitato nulla di simile». Il 60enne infatti, non soddisfatto, continua  a cercare pretesti per litigare e la insulta chiedendole di fargli vedere il biglietto per la corsa e poi quel “scimmia” e altre minacce e ingiurie insinuando attività immorali da parte della donna. A quel punto l’autista interviene e cerca di fermare l’uomo che nel frattempo sta raggiungendo la famigliola verso il fondo dell’autobus. Vistosi bloccato a quel punto estrae lo spray e lo scarica tutto sul volto dell’autista. Il pullman è pieno, ci sono decine di ragazzi che fanno rientro verso l’entroterra dopo lo struscio del sabato in centro a Civitanova. Tutti scappano dall’uscita sul fondo. Anche l’autista esce.

15152433_10210988329805620_449343064_oL’aggressore rimane invece tranquillamente seduto al suo posto. Una ragazza che lo redarguisce viene spintonata e cade a terra. Sul posto immediatamente arriva un mezzo della Croce verde che soccorre l’autista e una volante della polizia che identifica aggressore e vittime. L’autobus rimane fermo fino a qualche minuto prima delle 20, poi l’autista, soccorso e passata la fase acuta con il bruciore e il rossore al volto si rimette al volante. Riparte verso Macerata anche l’aggressore col pullman delle 20,10. L’uomo è stato lasciato libero, non essendoci lesioni superiori a 40 giorni le vittime delle ingiurie e dell’aggressione dovranno procedere a querela di parte.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X