Il vescovo Marconi:
“Sulla Tombolini auspico
accoglimento dell’istanza”

L'INTERVENTO - Presa di posizione del monsignore che si pone al fianco dell'azienda e dei dipendenti: "E' necessario compiere ogni sforzo per garantire i 150 posti di lavoro diretti e il migliaio nell’indotto"
- caricamento letture
Il vescovo Nazzareno Marconi

Il vescovo Nazzareno Marconi

 

Fallimento Tombolini, il vescovo di Macerata si schiera al fianco dell’azienda e dei dipendenti. «In piena sintonia con i sindaci e i parroci di Colmurano e Urbisaglia (leggi l’articolo)», Nazzareno Marconi si unisce «convintamente a quanti auspicano una positiva accoglienza della istanza presentata oggi al Tribunale di Macerata dalla proprietà della ditta Tombolini di Urbisaglia. E’ necessario compiere ogni sforzo per garantire i 150 posti di lavoro diretti e il migliaio nell’indotto, anche perché sembrerebbe miope e privo di qualsiasi ragionevole convenienza impedire la prosecuzione almeno temporanea della produzione a fronte di “un consistente portafoglio di ordini”, e di “un impegno della proprietà di prendere in carico a titolo oneroso dipendenti e beni strumentali” come attesta la Confindustria locale. Nel difficile momento determinato dal terremoto, con tante altre realtà produttive, soprattutto nel turismo ed agricoltura, che potrebbero entrare in seria crisi, appare particolarmente preziosa la collaborazione di tutti per cercare di salvare questi posti di lavoro e un marchio storico affermato, patrimonio per l’intero territorio».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X