Civitanovese, l’assessore Balboni:
“Vicini alla società ma vogliamo risposte”

SERIE D - L'amministrazione comunale interviene sulla diatriba tra tifosi e proprietà: "Dall'attuale dirigenza vogliamo conoscere i progetti futuri"
- caricamento letture
L'assessore allo sport del comune di Civitanova Piergiorgio Balboni

L’assessore allo sport del comune di Civitanova Piergiorgio Balboni

 

Giorni caldi in casa Civitanovese. Prima la tifoseria ha chiesto al presidente Cerolini di farsi da parte (leggi l’articolo), poi la replica del patron per bocca del suo legale Domenico Basile (leggi l’articolo). Oggi interviene l’assessore allo sport Piergiorgio Balboni. “Il Comune ha offerto il massimo riguardo alla Civitanovese sin dalla rinascita, maturata con l’acquisto del titolo sportivo all’asta del fallimento della precedente gestione. Il presidente Cerolini è stato accolto dal Sindaco nella speranza di rilanciare il blasone calcistico della città. Lo stesso presidente, sin da subito, aveva manifestato intenzioni e desideri di successi mai raggiunti prima. Come Comune, per sostenere il nuovo progetto rossoblù, abbiamo concesso l’utilizzo delle strutture a titolo gratuito, quale forma contributiva per mostrare vicinanza alla gloriosa Civitanovese ed anche in attesa di definire un accordo di gestione delle strutture utilizzate dalla stessa società. Di contro la società non ha manifestato un tempestivo ed un reale interesse ad assumere in carico l’onere ed il discorso è stato definitivamente accantonato anche per le vicende personali del presidente”. L’intervento di Balboni prosegue: “Con il dg Mario Cerolini ci sono stati incontri ripetuti e frequenti, alcuni dei quali volti alla risoluzione di diverse problematiche da effettuare di concerto. Come Comune abbiamo sistemato gli spogliatoi di supporto al campo centrale utilizzati dal settore giovanile, quelli dell’antistadio ed i bagni per il pubblico della gradinata. Interventi che più volte la stessa dirigenza della Civitanovese aveva assicurato che sarebbero stati svolti a loro totale incombenza. Riguardo ai rapporti con la precedente società Civitanovese, il Comune era intervenuto immediatamente con un atto di revocare della gestione degli impianti, non appena sono insorte gravi inadempienze contrattuali”. Balboni parla poi del presente: “Dall’attuale dirigenza invece si è ancora in attesa di conoscere la proposta del progetto di fattibilità per la trasformazione del campo di Civitanova Alta da erba naturale ad erba sintetica, nonché il rifacimento degli spogliatoi con annessa eventuale foresteria“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X