Il terremoto non ferma le provinciali,
domenica si vota

ELEZIONI - Il Cdm ha detto no alla richiesta formale di rinvio inoltrata dal presidente uscente e candidato Antonio Pettinari a causa dell'emergenza sisma: "Gravissima sottovalutazione dei danni. La provincia non è stata inserita nel provvedimento di emergenza". Il sindaco Formica: "E' inopportuno, la situazione non è stata capita"
- caricamento letture
ELEZIONI PETTINARI FORMICA

I due sfidanti alle provinciali Antonio Pettinari (Udc) e Ornella Formica (Pd)

di Claudio Ricci

Nessun rinvio delle elezioni provinciali. Il consiglio dei Ministri dice no alla richiesta del presidente della Provincia Antonio Pettinari che aveva proposto lo spostamento del voto a causa dell’emergenza terremoto (leggi l’articolo). Nulla da fare, si voterà domenica. Come da programma sindaci e consiglieri dei 57 comuni saranno chiamati alle urne a scegliere tra lo stesso Pettinari, in cerca di riconferma sotto il baluardo Udc e la sfidante Ornella Formica sindaco di Colmurano schierata dal Pd. Ieri la seduta in cui l’esecutivo ha discusso tra le altre misure urgenti anche la questione sottoposta da Pettinari e sollecitata anche da una lettera di Formica (leggi l’articolo). Molti sindaci, tra cui la stessa Formica avevano fatto richiesta di rinviare la data a causa del difficile momento che le amministrazioni e le comunità sono chiamate a fronteggiare. “Un colpo anche più duro di quello subito nel 1997” come lo ha definito lo stesso Pettinari, che ieri ha richiesto lo stato di calamità.

Il presidente Pettinari è preoccupato, non per il mancato rinvio ma per il mancato inserimento della provincia di Macerata nel decreto di emergenza, come sottolineato questa mattina dai parlamentari marchigiani (leggi l’articolo): «E’ una gravissima sottovalutazione dei danni provocati dal sisma che vedono gli amministratori impegnati notte e giorno».

Il sindaco Formica durante il sopralluogo di questa mattina con i vigili del fuoco

Il sindaco Formica durante il sopralluogo di questa mattina con i vigili del fuoco

«Nonostante io e Pettinari fossimo d’accordo nel rinviare – commenta il sindaco Formica –  la situazione non è stata capita. Qui ci troviamo in una situazione veramente difficile. Si lavora fino a 20 ore al giorno e non capisco come sindaci e amministratori possano avere il tempo di andare a votare domenica. Al momento io stessa sono con i Vigili del fuoco che aspettavo da due giorni e parlare di elezioni mi sembra inopportuno».

 

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X