Ospedali: medico h24 a Matelica
A Tolentino solo cure intermedie

SANITA' - Il consigliere regionale Jessica Marcozzi (Fi) incassa le risposte all'interrogazione fatta oggi alla giunta regionale per chiedere quali servizi saranno attivati in merito ai due nosocomi prossimi alla trasformazione secondo il piano sanitario. Cesetti: "Si è intervenuti sul mezzo di soccorso avanzato. Previsto l'inserimento di cura per i disturbi del comportamento alimentare"
- caricamento letture
Jessica Marcozzi, consigliere regionale e capogruppo Forza Italia

Jessica Marcozzi, consigliere regionale e capogruppo Forza Italia

di Monia Orazi

A Matelica l’ambulanza del 118 con medico a bordo per tutte le 24 ore, a Tolentino il medico resta di notte con un percorso di cura per i disturbi alimentari. L’ospedale avrà solo 50 posti letto di cure intermedie, con la trasformazione di quelli di lungodegenza e day surgery. E’ quanto ha chiarito e garantito l’assessore regionale Fabrizio Cesetti, che su delega del presidente della Regione Luca Ceriscioli, ha risposto all’interrogazione presentata dal consigliere di Forza Italia Jessica Marcozzi per chiedere alla giunta regionale quali servizi saranno attivati in merito agli ospedali di Matelica e Tolentino. Per l’ambulanza con medico h24 l’assessore, senza atto scritto fatto notare dalla Marcozzi, ribadisce che «La risposta è l’atto formale». La preoccupazione dei cittadini riguardava infatti la soppressione del medico dell’emergenza sanitaria durante le ore notturne, oltre alla cancellazione della day surgery e dell’anestesista per Tolentino, come denunciato diverse volte dal comitato cittadino. «Quanto previsto dalla 735 e da tutte le successive delibere fino alla 1.218 del 2015 – ha detto l’assessore Cesetti – è confermato per Matelica, con 20 posti letto, tra cui 10 di riabilitazione intensiva extraospedaliera, 10 di riabilitazione estensiva gestiti da una struttura privata accreditata, 12 posti di Rsa e 8 posti letto di cure intermedie, un punto di primo prelievo, una serie di ambulatori (gli stessi della 735 ndr), con una copertura sanitaria immutata rispetto alla 735 a cui si aggiungono l’integrazione delle cure con i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta, il medico di continuità assistenziale». Cesetti ha anche riferito dell’approvazione del verbale della commissione consiliare sanità dell’11 gennaio, specificando che «si è intervenuti sul mezzo di soccorso avanzato di Matelica, su richiesta di un consigliere regionale. Nadia Storti (direttore sanitario Asur, ndr) ha precisato che è presente una proposta h 24 non smentita dai presenti». Questo punto aveva provocato la protesta dell’opposizione consiliare matelicese che all’ultimo consiglio comunale aveva disertato l’aula del consiglio comunale, con la risposta della maggioranza che ha confermato quanto detto oggi dall’assessore Cesetti (leggi l’articolo). «Sono soddisfatta della risposta, il medico h24 voi dite che c’è ma non vedo un atto formale, se c’è copertura, dove è l’atto?», ha osservato Marcozzi. «La risposta è l’atto formale, questa non è una discussione privata», ha ribattuto Cesetti. «Ciccarelli però ha detto il contrario», ha aggiunto alle spalle della Marcozzi, il consigliere regionale Sandro Bisonni. L’altra interrogazione presentata dalla consigliera Marcozzi, ha riguardato l’ospedale di Tolentino, con la denuncia della soppressione della week surgery, il trasferimento di un medico a San Severino, la soppressione della figura dell’anestesista, la futura trasformazione dell’emergenza con la soppressione del medico del 118 nelle ore notturne, la chiusura della lungodegenza. «Se la proposta sarà attuata (riconversione in casa della salute, ndr) i 20 posti di lungodegenza ed i 10 di day surgery saranno trasformati in 30 posti di cure intermedie, a cui si aggiungono gli altri venti già previsti, per un totale di 50 posti letto di cure intermedie – ha affermato Cesetti – sono garantiti il servizio dialisi, gli altri ambulatori, punto di primo prelievo, mezzo soccorso avanzato h24, medico di continuità assistenziale, non è prevista la modifica delle altre attività, anzi è previsto l’inserimento di un percorso di cura per i disturbi del comportamento alimentare». Non si è detta soddisfatta della risposta la consigliera Marcozzi: «Mi interessa la salvaguardia della salute dei cittadini, non la difesa di posizioni politiche, per Matelica pubblicherò la sua risposta, per Tolentino auspico un tavolo di confronto con l’amministrazione comunale, per garantire una parità di trattamento dei cittadini in un territorio montano già penalizzato, confermando la permanenza di una struttura ospedaliera ben funzionante».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X