Azionista Bm scrive a Mattarella:
“Più facile uccidere le pecore
che le iene”

BANCA MARCHE - Si definisce uno dei truffati e racconta la sua storia ripercorrendo fatti e misfatti visti anche da dentro l'istituto di credito marchigiano. VIDEO
- caricamento letture
La testimonianza di Adriano Anconetani su Banca Marche

 

 

Adriano Anconetani

Adriano Anconetani

 

Tra i manifestanti di questa mattina a Jesi  davanti alla filiale Bm di corso Matteotti (leggi l’articolo) c’era anche Adriano Anconetani, tra i fondatori dell’associazione “Azionisti privati” e già sindaco revisore della Fondazione Carisj. Si definisce uno dei truffati e racconta la sua storia ripercorrendo fatti e misfatti visti anche da dentro l’istituto di credito marchigiano. “Ho scritto una lettera al presidente Sergio Mattarella dicendogli che, da figlio di macellaio, è molto più facile uccidere delle pecore che delle iene. Siamo stati delle pecore al massacro. Avevo investito 132 mila euro in azioni  per i miei figli

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X