Choc a San Ginesio:
“Mia sorella tra le vittime di Parigi”

SOTTO ATTACCO - La testimonianza di Nicoleta Pop, che lavora all'agriturismo il Casolare: "Uccisa insieme al marito mentre era a cena"
- caricamento letture
Lacrimioara Pop e il marito Ionut Ciprian Calciu tra le vittime degli attentati di Parigi

Lacrimioara Pop e il marito Ionut Ciprian Calciu sono tra le vittime degli attentati di Parigi

 

Nicoleta Pop

Nicoleta Pop

 

di Federica Nardi

La tragedia di Parigi colpisce anche San Ginesio. Tra le vittime degli attentati terroristici del 13 novembre Lacrimioara Pop, 29 anni, sorella di Nicoleta Pop, di origini romene e residente a San Ginesio, molto conosciuta in città, dove vive da 11 anni, e che lavora all’agriturismo Il Casolare. «L’ho saputo sabato all’ora di pranzo – racconta Nicoleta, contattata da Cronache Maceratesi -. Ora sto andando a Bergamo con mia figlia per prendere l’aereo». Lacrimioara Pop ha perso la vita insieme a suo marito Ionut Ciprian Calciu, 32 anni, durante l’attacco al ristorante La Belle Epoque di Parigi, in rue de Charenton. Stavano cenando sulla terrazza del ristorante quando sono stati raggiunti dai colpi di mitra degli attentatori. 

lacrimioara pop«Mia sorella viveva a Parigi da tanti anni con il marito e i figli, la più grande di 11 anni e il più piccolo di un anno e mezzo – prosegue Nicoleta, il tono pacato, la voce ferma che a tratti lascia trapelare il dolore per un lutto così grande -. I funerali si terranno domani a Parigi. Non so di più perché ho sentito l’ambasciata solo al telefono. Quando arriveremo in Francia vedremo». Molti i messaggi di condoglianze che stanno arrivando sulla bacheca Facebook dei familiari di Lacrimioara, da quando la notizia si è diffusa dopo che i nomi delle vittime dell’attentato di Parigi hanno cominciato a circolare sui media. Pieni di tristezza i messaggi lasciati sotto le foto facebook della coppia. In una delle più recenti la giovane mamma abbraccia sorridente il figlio nel salotto di casa, dietro di lei il marito seduto sul divano. Il quadro di una famiglia serena nella foto che Lacrimioara aveva pubblicato sul suo profilo facebook pochi mesi prima che la sua vita fosse spezzata dalla furia omicida dei terroristi.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X