Immigrati a Pioraco,
un comitato contro i nuovi arrivi

Si sta organizzando tra i cittadini che annunciano una manifestazione pubblica per i prossimo giorni. Il Comune continua a chiedere spiegazioni sulla scelta delle assegnazioni dei profughi. Il vicesindaco: "Ci deve essere una distribuzione equa"
- caricamento letture
Gli immigrati in una recente protesta

Gli immigrati in una recente protesta (foto d’archivio)

di Monia Orazi

Un comitato di cittadini per contrastare i nuovi arrivi di migranti. Si sta organizzando a Pioraco dopo le prime assegnazioni di richiedenti asilo (leggi l’articolo). La prima iniziativa a cui stanno lavorando è una manifestazione pubblica. Sei immigrati, due adulti e quattro ragazzi sono già arrivati, nella struttura gestita dalla cooperativa che si è aggiudicata il bando della prefettura, l’ex albergo Miramonti. «In provincia di Macerata ci sono 57 Comuni, ci deve essere una distribuzione equa nel territorio dei profughi – osserva il vicesindaco Giovanni Battista Torresi – il numero di 25 persone da accogliere, per una realtà come quella di Pioraco è abbastanza elevato, in proporzione sarebbe come se a Macerata o Civitanova arrivassero all’improvviso oltre mille profughi».

Il vicesindaco ed assessore provinciale vorrebbe capire come sono stati dislocati i richiedenti asilo in provincia. «Sembrerebbe, da voci che ci sono giunte – spiega – che la cooperativa si sia aggiudicata il bando per ospitare cinquanta persone e stia cercando appartamenti privati dove poter inserire gli altri venticinque. Questa eventuale scelta sarebbe scellerata, sono convinto che la prefettura non permetterà questo, deve prevalere la logica, oltre il danno la beffa». A preoccupare i cittadini sono gli aspetti di controllo e sicurezza, come spiega Torresi: «Prevenire possibili situazioni è doveroso, spero prevalga il buonsenso di chi deve decidere, siamo stati chiamati a fare la nostra parte in abbondanza, sinora grazie ai cittadini ed a qualcuno dell’amministrazione comunale che si è messo di traverso, cinquanta arrivi sono stati evitati». Al momento negli esercizi commerciali di Pioraco c’è un volantino in cui si chiede la raccolta di indumenti pesanti, indispensabili ai nuovi arrivati, per fronteggiare le imminenti temperature autunnali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =