Maceratese, sfuma il sogno Scudetto
L’Akragas sbanca l’Helvia Recina

POULE SCUDETTO - I biancorossi perdono 3 a 1 e dicono addio al tricolore. Proteste per due gol annullati a Kouko e Ferri Marini. Sabato alle 18 nell'impianto maceratese la finale tra i siciliani e il Siena. Striscione in memoria di Graziano Colotti
- caricamento letture

Maceratese_Foto LB
Akragas_Foto LBdi Andrea Busiello

(foto di Lucrezia Benfatto)

“Grazie ragazzi. Grazie ragazzi”. Si chiude con il coro unanime dell’intero Helvia Recina rivolto ai propri beniamini la stagione dei record della Maceratese. I biancorossi perdono 3 a 1 nella semifinale scudetto dilettanti contro i siciliani dell’Akragas al termine di un match equilibrato e dove ha inciso molto la pessima terna arbitrale con l’assistente De Palma di Termoli, contestatissimo anche alla fine della partita da tutta la tifoseria, protagonista in negativo. Sul 3 a 1 in favore dei siciliani sono stati annullati due gol per fuorigioco alla formazione biancorossa, uno a Kouko e l’altro a Ferri Marini, apparsi più regolari che irregolari. Escludendo questi due episodi il match dell’Helvia Recina ha visto confrontarsi due squadre fortissime, arrivate a questo appuntamento con grande determinazione e voglia di raggiungere la finalissima in programma sabato alle 18 all’Helvia Recina contro il Siena, vittorioso per 2 a 1 sul Castiglione nella gara giocata a Recanati. La Maceratese chiude la stagione a testa alta anche se resta l’amaro in bocca per non poter disputare la finale scudetto in casa e aver conosciuto l’unica sconfitta stagionale proprio nell’ultima gara stagionale. La successione delle reti: Akragas in gol con De Rossi al 8′; pari della Maceratese con Romano al 38′; nuovo vantaggio dell’Akragas con Catania al 46′ del primo tempo; rete del definitivo 3 a 1 con Meloni al 5′ della ripresa.

Magi_Foto LB (3)

Tifosi Maceratese_Foto LB (2)LA CRONACA“Ciao Grazià”. Con questo striscione i tifosi della Maceratese salutano Graziano Colotti, l’allenatore maceratese deceduto l’altro ieri dopo una lunga malattia (leggi l’articolo). Il match è entusiasmante: al primo affondo i siciliani passano in vantaggio. All’8 assist di Dentice e colpo di testa vincente di De Rossi ed Akragas in vantaggio. La reazione della Maceratese arriva con la conclusione di Croce al 14′ dove para D’Alessandro. Al 25′ occasione clamorosa sciupata da Kouko: Catania salva in corner. Al 34′ ghiotta chance per l’Akragas con Bonaffini ma il suo colpo di testa termina di poco sul fondo. La Maceratese spinge e al 36′ sfiora il pareggio con Romano che calci di un soffio a lato. Il capitano della Maceratese va in gol al 38′ dopo un’azione personale spettacolare. Il match si infiamma e al 43′ l’occasione ghiotta la sciupa Romano: assist di Kouko con il centrocampista solo davanti al portiere ospite e pallone sul fondo. Al 46′ del primo tempo il gol del 2 a 1 dei siciliani: sugli sviluppi di un corner è decisivo il tocco di Catania. Al primo affondo della ripresa il gol del 3 a 1 dei siciliani con Meloni, lesto a sfruttare una dormita della retroguardia biancorossa. Da qui in avanti solo la Maceratese in campo: al 10′ un gol annullato a Kouko per un dubbio fuorigioco. Al 30′ De Grazia sciupa clamorosamente il gol del possibile 2 a 3 e al 32′ altro gol annullato alla Maceratese: questa volta è Ferri Marini pescato in posizione di fuorigioco ma anche in questa circostanza sembrano esserci enormi dubbi. Dopo 4′ di recupero il fischio finale con l’Akragas che approda in finale contro il Siena.

Maceratese_Akragas (11)

Maceratese_Akragas (3)il tabellino:

MACERATESE: Saitta 6, Cordova 6, D’Alessio sv (9′ Tortelli 5.5), Croce 6, Garaffoni 5.5, Marini 5.5, De Grazia 6, Romano 6.5, D’Antoni 5.5 (60′ Ferri Marini 6), Perfetti 6.5, Kouko 6.5. All: Magi.

AKRAGAS: D’Alessandro 6, Dentice 7, Catania 7, Baiocco 7.5, De Rossi 8, Chiavaro 7, Tiscione 7, Trofo 6.5, Meloni 6.5 (86′ Dezai sv), Arena 6.5 (83′ Pellegrino sv), Savanarola 6 (31′ Bonaffini 6.5). All: Feola.

ARBITRO: Chindemi di Viterbo.

RETI: 8′ De Rossi, 38′ Romano, 46′ pt Catania, 50′ Meloni.

NOTE: Spettatori 1.500 circa (20 da Agrigento). Ammonito Croce, Romano, D’Antoni, Ferri Marini, Garaffoni, De Rossi.

Tifosi Maceratese_Foto LB (6)

Tifosi Maceratese_Foto LB (1)

Romano_Foto LB

Maceratese_Akragas (10)

Maceratese_Akragas (9)

Magi_Foto LB (4)

Maceratese_Akragas (8)

Maceratese_Akragas (7)

Maceratese_Akragas (6)

Maceratese_Akragas (5)

Maceratese_Akragas (4)

Maceratese_Akragas (2)

Maceratese_Akragas (1)

Magi_Foto LB (2)

Tifosi Maceratese_Foto LB (5)

Magi_Foto LB (1)

Tifosi Maceratese_Foto LB (4)

Tifosi Maceratese_Foto LB (3)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X