Residui fantasma, la Fuksia ad Alfano:
“Gravi violazioni della legge sui bilanci”

TOLENTINO - La senatrice pentastellata trasferisce al Senato i dubbi sollevati dai suoi e chiede maggiori controlli: "Servono per evitare strumentalizzazioni e scappatoie da parte di amministratori furbetti"
- caricamento letture
Serenella Fucksia

Serenella Fucksia

di Marco Cencioni

Arriva sino in Senato la vicenda delle presunte irregolarità nell’elenco dei residui attivi e passivi iscritti nel bilancio relativo al periodo 2010-2014 del Comune di Tolentino. La senatrice del Movimento 5Stelle Serenella Fuksia ha presentato un’interrogazione «per chiedere sopratutto al Ministro dell’Interno quali attività di indagine e di verifica siano state intraprese dalla Prefettura nei confronti del consiglio comunale di Tolentino e se non ci siano gli estremi per il suo scioglimento». Gli esponenti tolentinati del partito pentastellato avevano denunciato la possibilità che “fra i residui attivi messi a bilancio dal comune ci siano somme che non esistono e che non sono mai esistite” (leggi l’articolo), scatenando poi la reazione sia della maggioranza, che ha dichiarato “Nessuno si è appropriato di niente, tanto meno dei soldi dei cittadini” (leggi l’articolo), e sia della segreteria tolentinate del Pd che ha sottolineato di non aver “nulla da temere sull’operato della passata amministrazione” (leggi l’articolo).
Ora arriva questa nuova tappa di una vicenda che, sicuramente, è destinata ad avere ulteriori sviluppi. «Alcuni consiglieri comunali molto attenti e reattivi hanno presentato, il 2 marzo, un esposto alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti avendo riscontrato delle irregolarità, per usare un eufemismo, nell’elenco dei residui attivi e passivi iscritti dall’Ente locale nel bilancio relativo al periodo 2010-2014 – afferma la senatrice Fuksia – Infatti si paventano gravi violazioni alla normativa nazionale sulla gestione del bilancio. La cosa non è semplicemente un vizio di forma, perché le violazioni delle norme in materia di bilancio comportano danni erariali ingenti, che ricadono direttamente ed indirettamente sui cittadini. E’ necessario che vi siano maggiori controlli sui bilanci dei comuni italiani proprio per evitare strumentalizzazioni e scappatoie da parte di amministratori furbetti. Poi se non fosse così, meglio, la trasparenza aiuta tutti sia i colpevoli che gli innocenti. L’importante è che i cittadini sappiano, che non si metta la polvere sotto il tappeto, insomma trasparenza alla luce del sole su tutto».
«Tra le varie anomalie, vi sarebbe l’impossibilità di accertare il titolo giuridico di alcuni residui corrispondenti ad alienazioni di terreni e fabbricati di proprietà comunale – si legge nell’interrogazione – I consiglieri, chiedendo spiegazioni alla Giunta e agli assessori competenti, si sono visti rispondere che quelle somme fanno riferimento ad immobili che l’ente ha tentato o tenterà di vendere. Tale chiarimento appare in assoluta difformità con le prescrizioni di legge che richiedono come condizione imprescindibile all’iscrizione dei residui giuridici nel bilancio un diritto di credito certo, liquido ed esigibile e non legato ad una mera aspettativa. Si chiede di sapere se i Ministri in indirizzo siano a conoscenza dei fatti esposti, se e quali attività di indagine e di verifica siano state intraprese dalla Prefettura per accertare se siano state poste in essere violazioni dal consiglio comunale di Tolentino, se, fermi restando gli accertamenti in corso da parte della Procura della Repubblica e della Corte dei conti, non ritengano opportuno, nell’ambito delle proprie competenze, verificare l’opportunità dell’applicazione della norma di cui all’art. 141 del testo unico nei confronti del consiglio comunale di Tolentino e, se risulti, quali danni erariali, nel caso di accertate violazioni, siano da imputarsi all’amministrazione comunale di Tolentino, stando alle verifiche della Corte dei conti».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 1
Civitanova = 
Elezioni =