La strategia di Marcolini per il lavoro:
“Il 20% delle risorse europee
per creare nuovi posti”

CIVITANOVA - A fianco del candidato alle primarie per la presidenza della Regione, il senatore Morgoni e il vice segretario del Pd Marche Gianluca Fioretti. L'assessore regionale, tra i pochissimi non coinvolti nell'indagine sulle spese pazze, ha commentato: "Sobrietà e trasparenza sono irrinunciabili per un amministratore pubblico"
- caricamento letture
Pietro Marcolini e Mario Morgoni durante l'incontro di ieri sera

Pietro Marcolini e Mario Morgoni durante l’incontro di ieri sera

«Dobbiamo impiegare una parte delle risorse utilizzate per gli ammortizzatori sociali in investimenti per creare nuovi posti di lavoro». È una delle proposte lanciate ieri sera da Pietro Marcolini durante l’incontro con i cittadini di Civitanova: un Piano per il lavoro che destini almeno un 20% delle risorse europee della nuova programmazione alla creazione di nuovo lavoro.
«L’economia è profondamente cambiata – ha aggiunto il candidato alle primarie del centrosinistra per la presidenza della Regione  – e noi dobbiamo adeguarci, innovando. C’è ancora troppo divario tra chi perde il lavoro e chi trova nuovi modelli di business. Dobbiamo darci nuovi orizzonti. Non nella gestione dell’emergenza ma decidendo, rispetto alla scarsità di risorse a disposizione, cosa è importante e cosa è secondario. Per fare questo è importante unire gli sforzi. Le più grandi innovazioni non sono venute dagli scontri tra le parti sociali, ma da decisioni comuni e da corresponsabilità».
Marcolini era affiancato da Gianluca Fioretti, vicesegretario del Pd Marche, nella giornata che ha sancito l’accordo tra il presidente dell’associazione “Comuni virtuosi” e il candidato presidente, e dal senatore Mario Morgoni. Tra il pubblico, oltre 150 persone, molti esponenti della società civile civitanovese, alcuni dei quali intervenuti a sostegno del candidato con idee e proposte, dalla sanità alla cultura, dal mondo giovanile a quello produttivo.

La sala dell'assemblea

La sala dell’assemblea

Inevitabile il riferimento all’inchiesta della Procura sulle spese dei gruppi regionali, questione che il candidato aveva già affrontato ieri pomeriggio con una nota (leggi l’articolo).Ieri sera ha ribadito: «Sobrietà e trasparenza sono irrinunciabili per un amministratore pubblico».
Sul tema della sanità, Marcolini ha ribadito la necessità di costituire una rete di servizi attorno a poli provinciali specializzati. «E’ importante che a Civitanova – ha detto – si alzi il livello dei servizi e delle strutture, che ci sia maggiore attenzione al personale, ma ciò è possibile se c’è una programmazione regionale che sappia distribuire i servizi in modo razionale e gestire la spesa per ciò che veramente serve all’attività sanitaria e alla qualità della stessa. Per fare questo occorre la partecipazione del personale sanitario al quale non possiamo più chiedere gli sforzi sobbarcati in questi anni”.

A fianco a Pietro Marcolini anche Gianluca Fioretti, vice segretario del Pd Marche

A fianco a Pietro Marcolini anche Gianluca Fioretti, vice segretario del Pd Marche

Fioretti, che con Marcolini ha sottoscritto il documento programmatico “Le Marche sostenibili” si è occupato di ambiente e green economy, “termini abusati ma poco usati nel pratico – ha commentato il vicesegretario Pd – che ora sono stati inseriti per la prima volta in un programma preciso delle cose da fare. Serve un piano generale di governo del territorio, che vada dalla lotta al dissesto idrogeologico ad uno sviluppo urbanistico che punti sulla rigenerazione urbana e sulla tutela del paesaggio. Dobbiamo mettere in sicurezza questa piccola grande comunità che sono le Marche».
La serata si è conclusa con l’intervento del senatore Morgoni. “Nella scelta del candidato – ha detto – ci siamo dati criteri innovativi e coraggiosi: il merito e la qualità. Caratteristiche che sono nella storia e nelle competenze di Pietro Marcolini. Anche questa, in un’Italia – come dice Renzi – dove troppo spesso si conosce ‘qualcuno’ anziché conoscere ‘qualcosa’ è una scelta di forte cambiamento».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X