Fano e Civitanovese, per la Maceratese adesso viene il bello

SOMMA ALGEBRICA - Nelle prossime due gare la capolista giocherà contro la seconda e la terza forza del campionato. La società ci crede e torna sul mercato
- caricamento letture
Enrico Maria Scattolini

Enrico Maria Scattolini

di Enrico Maria Scattolini

TARDELLA REDIVIVA, in sala stampa (+). Dopo tanti mesi di assenza, o di incontri sporadici, quasi casuali. Ed anche al freddo, come quello, indimenticabile, nel gelo polare di Agnone con il sottoscritto.

AL TERMINE DI UN MATCH non particolarmente significativo, come Maceratese –Celano di ieri (leggi l’articolo). Solo a tratti giocato bene dai biancorossi (-).

E’ PURE RISPUNTATO IL SOLITO PIGLIO DECISO DELLA CAPINTESTA. Memore dei tempi andati, ma da me sempre mal digeriti, è ritornata a scegliere lei (-) i suoi calciatori da presentare per le interviste. Con ciò impegnandosi in una valutazione …meritocratica. Ovviamente a discapito della lista da me preparata alla fine della partita (-).

L’HO PERDONATA solo perché ha avuto la cortesia e la pazienza di aspettarmi davanti alla telecamera spenta, essendomi io nel frattempo smarrito nel cercare un varco verso gli spogliatoi tra i…. reticolati di protezione del parcheggio antistante l’Helvia Recina (-).

L'attaccante della Maceratese Daniele Ferri Marini

L’attaccante della Maceratese Daniele Ferri Marini

RIGOROSAMENTE BLOCCATO a causa della massiccia /minacciosa presenza di tifoseria abruzzese, sulla gradinata dello stadio riservata agli ospiti. Ad occhio nudo, uguale a zero (-).

LA SOLITA MARIELLA, dunque (+). Francamente mi mancava.

MA CHE AVEVA DA COMUNICARE DI TANTO IMPORTANTE al colto ed all’inclita? Sostanzialmente:… “che regna l’armonia fra tutte le componenti della società”,….”che rumors di contrasti interni sono quindi completamente infondati”,….”che lei è naturalmente contentissima di come stanno andando le cose”,….”che le ambizioni ci sono tutte”,….”che contro il Celano i suoi ragazzi avevano disputato una gran bella gara”,….”che sta arrivando un giovane centrocampista”, …..”che la Maceratese non ha chiuso con il mercato, seguito dall’allenatore e dal Ds Gagliardini”,….”che pertanto non ha rinunciato alla punta”,….”che però deve avere il prezzo sia giusto”.

QUESTO PER IL PROTOCOLLO. E va bene (+).

OLTRE L’UFFICIALITA’ (+), la reale motivazione dell’intervento potrebbe essere però diversa. Recondita.

COLLEGATA AD UNA VOCE che circola in città dalla scorsa settimana. Secondo cui un gruppo di imprenditori avrebbe recentemente avanzato un’offerta alla presidentessa per l’acquisto della Maceratese (+). Girano anche le relative cifre. Dalla medesima decisamente respinta al mittente.

Daniel Kouko

Daniel Kouko

COSI’ COME NEGATA DAL PRESUNTO CAPOCORDATA, da me contattato per l’eventuale conferma (+).

NE RIFERISCO DUNQUE A PURO TITOLO DI CRONACA, aggiungendo il non trascurabile particolare del nome di Spadoni (+), l’ex amatissimo Direttore sportivo biancorosso, nel ruolo di…sponda di una delle due parti. La stessa Tardella?

TRE INDIZI POSSONO COSTITUIRE UNA PROVA? Giudicate voi (+). Essi sono:

(1) Spadoni ieri era presente all’Helvia Recina. Casualmente, dopo un lunghissimo periodo di latitanza? “Sì, proprio casualmente,-è stata la sua risposta alla mia domanda-. Sto seguendo con attenzione l’accanita lotta al vertice che si è scatenata in questo campionato fra le marchigiane. Non c’è assolutamente altro.”

(2) Sta di fatto tuttavia che, durante l’intervallo del match, la Tardella e Spadoni si sono incontrati e non si sono limitati ai saluti, come si conviene fra due persone che si conoscono da sempre. No, perché si sono allontanati insieme con l’atteggiamento di aver ben altro in testa che andare a prendere un caffè al bar. Appuntamento programmato? Comunque decisamente negato dalla dottoressa al mio microfono.

La presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella

La presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella

(3) Dell’improvvisa ed, almeno per quest’anno, inusitata …apparizione della dottoressa Tardella fra i cronisti, ho già detto. Sottolineo: con l’aria di chi vuol decisamente riprendere la situazione in pugno e ribadire la propria leadership.

I QUALI COLLEGHI HANNO DOVUTO REGISTRARE ANCHE contrastanti letture (-) offerte dai due allenatori riguardo all’andamento dell’incontro.

LUISO, L’ABRUZZESE, HA INFATTI BORBOTTATO che ”sul terreno non si è notata l’enorme differenza di classifica fra la Maceratese ed il mio Celano, che ha tenuto campo nell’organizzazione di gioco e nell’aggressività (+). Solo che io in attacco ho ragazzini come Buongiorni e Piccirilli; i biancorossi gente come Ferri Marini e Kouko. Questa è stata la differenza”

INVECE TRABOCCANTE DI SODDISFAZIONE l’interpretazione di Magi. Ha posto soprattutto l’accento sull’impegno e la generosità dei biancorossi, “….che-ha sintetizzato-mi sono piaciuti per la dimostrazione di carattere e di personalità, oltre che per il gioco (+)”

PERSONALMENTE PREFERISCO IL RACCONTO DI LUISO (+), dal momento che la sua squadra, nonostante l’enorme gap tecnico e di esperienza con la capolista, per mezzo di una spregiudicata condotta di gara, sostenuta da un coraggioso cambio di modulo tattico, che l’ha posta fin al limite della catastrofe dopo il sollecito gol di Kouko, ha avuto l’occasione del pareggio all’inizio della ripresa (Piccirilli) e del dimezzamento dello svantaggio (Buongiorni) fra la prima e seconda conclusiva prodezza di Ferri Marini.

TANTO DA INDURRE MAGI AD UN PLUS DI PRUDENZA (+), superato quest’ultimo rischio. La Maceratese è difatti passata “a quattro” a centrocampo, attraverso il rimpiazzo di D’Antoni con Belkaid.

ED ANCOR PRIMA con una più efficace copertura difensiva (+): ritorno di D’Alessio-sino ad allora vice /De Grazia- ad esterno basso, sostituito nel reparto intermedio dall’altro under Tortelli. Con il sacrificio di Cervigni.

Alessandro D'Antoni

Alessandro D’Antoni

CIO’ OVVIAMENTE NULLA TOGLIE alla pimpante prima mezz’ora biancorossa (+): rapida rete sbloccante di Kouko (il migliore), azioni ficcanti con palla rasoterra, e diversi gol sfiorati. Anche se poi tutti puntualmente falliti. Con la conseguente, già accennata sorpresa del pari a portata di piedi del Celano.

LA MACERATESE RESTERA’ CAPOLISTA (+), vada come vada il difficilissimo test di domenica prossima in casa del Fano. Ricondotto dal Castelfidardo e dai biancorossi a distanza di sicurezza dopo il vernissage del girone di ritorno.

NON A CASO LA SAPIENTE E PREVIDENTE MARIELLA NOSTRA (+) domenica pomeriggio, negli spogliatoi, ha mostrato di aver più apprezzato il pareggio del Fano che non la sconfitta della Civitanovese a Matelica.

ANCHE PERCHE’ il super incasso del super derby con i rossoblù deve essere salvaguardato (+).

POTREBBE SERVIRE PER IL SOSPIRATO ARRIVO di una punta o di un robusto centrocampista.(-)

LA PRESIDENTESSA HA CONFERMATO la presenza della Maceratese sul mercato (+). Con buona pace di chi si sta accontentando. Limitando l’orizzonte soltanto all’indomani.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X