Colpo da 8mila euro al distributore:
svuotata la colonnina del self

MACERATA - I malviventi hanno agito alla Ip di via Roma: avevano una copia della chiave. Il gestore Vincenzo Apicella: "Una brutta sorpresa, hanno portato via l'incasso del week end"
- caricamento letture
Vincenzo Apicella, gestore del distributore Ip di via Roma

Vincenzo Apicella, gestore del distributore Ip di via Roma

Vincenzo Apicella, gestore del distributore Ip di via Roma

Vincenzo Apicella mostra ciò che resta nel contenitore svuotato dai ladri

 

di Gianluca Ginella

(foto di Guido Picchio)

Un furto pulito, fatto con la chiave speciale che hanno i gestori dei distributori di benzina e che serve per prelevare il denaro dalle colonnine per il pagamento del rifornimento self service. Il colpo è stato messo a segno alla Ip di via Roma, a Macerata. Per i malviventi, gente preparata, il bottino è stato di 7 o 8mila euro secondo quanto denunciato dal gestore, disperato dopo il furto: “Ci hanno messo assai in difficoltà”.

Lunedì mattina amarissimo per il gestore del distributore Ip di via Roma, Vincenzo Apicella, quando alle 11,30 ha aperto lo sportellino sul retro della colonnina per il pagamento del carburante e che nello stomaco metallico contiene il denaro versato dagli automobilisti. “Credevo di trovare i soldi del fine settimana” dice Apicella, invece c’erano poche banconote, il resto era stato prosciugato dai ladri. Gente che non ha lasciato la minima traccia del proprio passaggio. Perché per fare il furto “penso abbia usato una copia della chiave, come quella che ho io. Come abbiano fatto ad avercela non ho idea. Ne esistono due, una ce l’ho io, l’altra non ho idea di chi ce l’abbia” continua Apicella mentre serve gli automobilisti che si fermano a fare carburante. Ma il danno è grosso “c’erano 7 o 8mila euro. Io poi non ero assicurato e non avevo le telecamere, e penso che i ladri sapessero che non c’erano” dice. I ladri avevano la copia della chiave e sapevano che non c’erano le telecamere: sommando le cose il quadro sembra quello di un furto compiuto da persone ben preparate che sono andate a colpo sicuro. “E’ successo anche in altri distributori dell’Ip, ho saputo che nei mesi scorsi ci sono stati furti, compiuti con la stessa tecnica, anche a San Severino e Tolentino” prosegue Apicella. Che questa mattina ha chiamato la polizia per denunciare il furto. “Mi hanno messo assai in difficoltà, adesso chi li ha i soldi per rimetterli? Per me è l’incasso di mesi perché io sul self service guadagno 2 centesimi al litro”.

Da tre anni Apicella è il gestore della Ip “prima di oggi non avevo mai subito furti” dice. Ora le indagini della polizia sono in corso per cercare di risalire ai malviventi, gli inquirenti hanno in mano hanno la chiave: una traccia, forse l’unica, lasciata dai ladri.

vincenzo apicella furto ip via roma 2

vincenzo apicella furto ip via roma 4



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X