Scoppia un nuovo rogo al silos
dove 5 pompieri rimasero feriti

RECANATI - I vigili del fuoco sono in azione da poco prima delle 15 alla Gfl di località Squartabue. Le fiamme si sono sprigionate nella medesima struttura dove si verificò l'esposione lo scorso giugno. Ancora ricoverato Roberto Torregiani
- caricamento letture
fabbrica vigili del fuoco (4)

Il silos della Gfl esploso lo scorso giugno

Si riaccendono le fiamme nel silos della Gfl, in località Squartabue di Recanati, dove lo scorso 18 giugno 5 vigili del fuoco rimasero feriti a causa di una esplosione (leggi l’articolo). Uno di loro, Roberto Torregiani, 45enne di Montelupone, è ancora ricoverato a causa delle ferite riportate quel giorno. Il nuovo rogo alla Gfl si è acceso poco prima delle 15 di oggi pomeriggio. Si tratta di un principio di incendio della segatura che era stipata all’interno del silos già danneggiato dall’esplosione di giugno (attualmente sotto sequestro) e dalla quale ha cominciato ad alzarsi del fumo.  Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Macerata che stanno operando per spegnere il principio di incendio. Un fatto normale, che si siano riaccese le fiamme, dovuto al surriscaldamento della segatura in seguito all’incendio di giugno, e al fatto che in simili circostanze  le fiamme possono covare per settimane prima di manifestarsi.

Nelle scorse settimane la procura di Macerata ha aperto un fascicolo sull’esplosione alla Gfl e iscritto due persone nel registro degli indagati: si tratta del titolare dell’azienda, Giovanni Pirchio e del caposquadra dei vigili del fuoco che intervennero quel giorno. Proprio ieri in azienda c’è stato il primo sopralluogo del perito nominato dal pm, Luca Marmo, che in passato si è occupato del caso Thyssen. Si è trattato di un primo accertamento sul luogo dell’incidente. Presenti anche i legali degli indagati, gli avvocati Olindo Dionisi e Fabrizio Giustozzi (per il caposquadra) e Roberto Acquaroli (per il titolare della Gfl). Con loro anche l’avvocato Pietro Siciliano, che assiste la sorella di Torregiani. Il 45enne resta ricoverato Torregiani per le gravissime ferite riportate precipitando dalla piattaforma del silos a causa dell’onda d’urto che è seguita all’esplosione.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X