Forza Italia boccia il bilancio comunale:
“Da Carancini più tasse
senza niente in cambio”

MACERATA - I consiglieri forzisti attaccano senza mezzi termini l'amministrazione in vista della discussione in Consiglio comunale. "La programmazione economica per il prossimo triennio è la prova del delitto. Il taglio dei trasferimenti è stato solo un alibi, le imposte sono aumentate e non è stato fatto nulla". Poi l'attacco alla maggioranza, dalle "promesse mai realizzate" alle entrare considerate "aleatorie"
- caricamento letture
I consiglieri di Forza Italia Francesco Luciani, Francesco Formenini, Debora Pantana e Fabio Pistarelli

I consiglieri di Forza Italia Francesco Luciani, Francesco Formenini, Deborah Pantana e Fabio Pistarelli

di Marco Ricci

Forza Italia a testa bassa, senza se e senza ma, contro l’amministrazione Carancini e il bilancio di previsione 2014 che si discuterà a partire da oggi pomeriggio in consiglio comunale. “E’ la prova del delitto”, ha esordito in conferenza stampa Fabio Pistarelli, con al fianco gli altri cinque consiglieri del gruppo Forza Italia, Deborah Pantana, Pier Francesco Castiglioni, Riccardo Sacchi, Francesco Formentini e Francesco Luciani. I sei forzisti hanno attaccato la giunta praticamente su tutto, dall’aumento delle entrate tributarie, alla “alatorietà” di alcune poste in bilancio, alle promesse non rispettate, agli interventi di manutenzione delle strade previsti per il 2014 che, secondo Forza Italia, non sarebbero altro che una manovra in vista delle elezioni del 2015. “Questo bilancio ha un dato positivo – ha ironizzato Francesco Formentini – perché sarà l’ultimo dell’amministrazione Carancini”.

“La diminuzione dei trasferimenti statali – ha spiegato entrando nel dettaglio Castiglioni – è stato un alibi per l’amministrazione per aumentare i tributi a carico dei maceratesi. Se nel 2010 lo stato versava 215 euro per ogni cittadino a fronte dei 28 euro di oggi, le entrate tributarie del comune sono passaae da 422 a 761 euro a cittadino, per un gettito maggiore pro-capite di circa il 24%. Bene – ha proseguito il consigliere di Forza Italia – se queste risorse avessero prodotto qualcosa, lo sforzo richiesti ai maceratesi sarebbe stato comprensibile. In verità non è stato fatto niente e se si mettono in fila i quattro bilanci della giunta Carancini, è chiaro che hanno scritto cose sapendo di non poterle fare”.

Debora Pantana e Pier Francesco Castiglioni

Deborah Pantana e Pier Francesco Castiglioni

I consiglieri di Forza Italia hanno così elencato gli interventi enunciati e mai realizzati – dalla piscina all’allargamento del tratto Montanello-Villa Potenza, alla Via Matteri-la Pieve, al palazzetto dello Sport, passando per i parcheggi di Rampa Zara – sottolineando allo stesso tempo come in questi anni sia aumentato l’indebitamento pro-capite dei maceratesi, un indebitamento che dal 2010 ad oggi sarebbe passato da 788 a 844 euro. “Se la piscina era la priorità delle priorità – ha ricordato Riccardo Sacchi – allora capiamo bene a quale immobilismo è stata portata la città. Palazzo Buonaccorsi – ha proseguito – è stato utilizzato per dare un po’ di trucco a un’amministrazione che non ha fatto nulla”.

Oltre a definire “aleatorie” alcune delle voci presenti nel bilancio previsionale 2014 come, ad esempio, “quei 5 milioni di euro che il Comune di Macerata vorrebbe prendere dai fondi messi a disposizione per l’Expo 2015”, ai forzisti non è piace che l’amministrazione voglia accendere nuovi mutui per circa 4 milioni di euro. “E per far cosa? – si è domandato Sacchi – Per fare le manutenzioni ordinarie delle strade in vista delle elezioni”. Così Debora Pantana ha parlato, riferendosi ovviamente a Carancini, “dell’unico sindaco in Italia che toglie risorse per la viabilità importante, a cominciare da Via Mattei-la Pieve e per finire con lo svincolo di San Claudio”, mentre Francesco Luciani ha parlato nel nel suo intervento, “dell’assenza completa di fondi per la sicurezza, nonostante il Consiglio Comunale avesse votato in maniera bipartisan una serie di interventi da mettere in atto. Per la sicurezza – ha concluso Luciani – in 4 anni si sono visti solo 12.000 euro”.

Fabio Pistarelli, Pier Francesco Castiglioni e Riccardo Sacchi

Fabio Pistarelli, Pier Francesco Castiglioni e Riccardo Sacchi

Forza Italia – che per il secondo anno di fila non presenterà emendamenti poiché il bilancio viene considerato “inemendabile” – attacca frontalmente l’intero assetto economico-finanziario dato a Macerata dall’amministrazione di centro-sinistra, non solo nel 2014 ma in tutti questi quattro anni di mandato Carancini. Aumento di tasse, pochi investimenti, promesse non manenute, paralisi della città. “Sembra di essere nel romanzo di Tommaso Campanella, la Città del Sole –  ha concluso Francesco Luciani Tutto in quella città sembra andare bene, in verità non va bene niente”.

(foto di Lucrezia Benfatto)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X