Gli atenei di Macerata e Camerino
tra i migliori d’Italia

LA CLASSIFICA DEL CENSIS - L'università del capoluogo è sesta tra i medi e prima per Giurisprudenza e Scienze dell'Educazione e della Formazione, mentre quella camerte è al primo posto tra gli istituti fino a 10 mila iscritti. Lacchè: "Siamo più internazionalizzati e offriamo eccellenti strutture". Corradini: "Il nostro impegno è aumentare la qualità dei servizi e della didattica offerta"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Inaugurazione-anno-accademico-9

Il rettore Luigi Lacchè

 

di Perla Rossini

Le università di Macerata e Camerino ai vertici nella classifica degli Atenei italiani. Macerata  infatti, si è piazzata al 6° posto su 17 medie Università ed è al primo posto in assoluto in Italia per il corso di laurea a ciclo unico in Giurisprudenza e per le lauree in Scienze dell’Educazione e della formazione. Ottime valutazioni anche per tutti gli altri corsi di laurea, per la maggioranza dei quali l’Ateneo si classifica tra il quarto e il sesto posto a livello nazionale. Per il decimo anno consecutivo l’Università di Camerino si conferma al primo posto nella classifica degli Atenei fino a 10.000 iscritti. E’ quanto risulta dalla Grande Guida Università La Repubblica – Censis che sarà in edicola domani. La pubblicazione contiene le classifiche degli atenei e delle aree disciplinari con i rispettivi corsi di laurea e l’offerta formativa. La classifica degli Atenei tiene conto di quattro grandi indicatori: Servizi (mensa e alloggio), Borse e Contributi, Strutture (aule e biblioteche), Web e internazionalizzazione. Camerino  ha ottenuto , in base alla valutazione, 92,6 punti, è risultato essere il migliore dei Piccoli Atenei (fino a 10 mila iscritti), mentre Macerata ha totalizzato 92,5 punti ed  è al sesto posto tra i medi (da 10 mila a 20 mila iscritti).

In seguito alla riforma Gelmini e alla trasformazione delle facoltà in Dipartimenti, il Censis ha invece dovuto rivedere le valutazioni secondo nuovi modelli, proponendo una classifica delle lauree triennali organizzata nelle 15 Aree disciplinari in cui sono state raccolte le 47 classi di laurea istituite dal Ministero dell’Università, mentre sono state classificate a parte le lauree a ciclo unico quinquennale. In questo caso l’Università di Macerata è prima per Giurisprudenza e Scienze dell’Educazione e della Formazione

F_Corradini

il Rettore Unicam Flavio Corradini

«Rispetto al gruppo dei medi atenei – si legge in una nota di Unimc –  quelli con un numero di iscritti tra i 10 mila e 20 mila e che annovera realtà molto dinamiche come la Politecnica delle Marche, Urbino, Ca’ Foscari di Venezia e Ferrara – Unimc è risalita di ben tre posizioni rispetto all’anno scorso, preceduta solo da Siena, Trieste, Sassari, Trento e Modena-Reggio Emilia, ed è prima nelle Marche.
A fare da volano per l’Università di Macerata è stata la forte spinta all’internazionalizzazione impressa negli ultimi anni alle politiche dell’Ateneo. La votazione assegnata dall’istituto di ricerca è, infatti, aumentata di cinque punti, passando da 87 a 92 punti su 110. E’ aumentata di ben sei punti anche la valutazione delle strutture, arrivata a 104, e sono migliorate quelle del web e della spesa per borse e contributi.
Il Censis ha, quindi, adottato nuovi modelli, proponendo una classifica delle lauree triennali organizzata nelle 15 Aree disciplinari in cui sono state raccolte le 47 classi di laurea istituite dal Ministero dell’Università, mentre sono state classificate a parte le lauree a ciclo unico quinquennale.
L’Università di Macerata vede, quindi, la laurea in Giurisprudenza – nucleo storico dell’Ateneo – al primo posto in Italia, così come le lauree in Scienze dell’educazione e della formazione. Ottimi i risultati ottenuti anche nell’Area linguistica e in quella socio-politica: per entrambe, Unimc si colloca al quarto posto a livello nazionale, con i corsi in lingue e mediazione linguistica per la prima e quelli in turismo, servizi sociali, scienze politiche, scienze dell’amministrazione e scienze della comunicazione per la seconda. Per l’Area letterario-umanistica, l’Ateneo è ancora ai piani alti, cioè al sesto posto, con i corsi in beni culturali, filosofia, lettere e storia. Buoni risultati anche per l’Area giuridica e l’Area economica-statistica, dove Macerata è, rispettivamente, decima e quindicesima su oltre trenta Atenei per i corsi in scienze dei servizi giuridici e in economia.

L’Università di Macerata – commenta il rettore Luigi Lacchè – continua il suo percorso volto a consolidare la qualità della didattica e della ricerca e ad aumentare i servizi agli studenti. E’ importante vedere che il nostro sia sempre più internazionalizzato e offra eccellenti strutture. L’ottima tenuta delle immatricolazioni, nell’anno accademico appena concluso, ci fa ben sperare e conferma che le famiglie possono stare tranquille: a Macerata i loro figli si trovano bene e per questo scelgono la nostra Università”.
Ha commentato l’ottimo risultato ottenuto anche Flavio Corradini, rettore di Unicam. “Siamo ancora una volta molto soddisfatti – ha dichiarato– perché il risultato ottenuto conferma il forte impegno del nostro Ateneo nel mantenere sempre elevata, e migliorare dove è possibile, la qualità dei servizi e della didattica offerta agli studenti. Dal 15 luglio sono aperte le iscrizioni e aver ottenuto questa eccellente valutazione non può far altro che confermare la validità di scegliere l’Università di Camerino per il proprio percorso formativo o per quello dei propri figli”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X