Mariella Tardella a tutto campo:
“Vogliamo la Lega Pro per restarci”

L'INTERVISTA - La presidentessa della Maceratese cerca soci per strutturare la società e garantire alla squadra un futuro stabile in categorie superiori. "Non vedo perché non proseguire con Cicchi e Di Fabio". Sul futuro di Melchiorri: "Dipende da lui, riuscire a tenerlo sarebbe il massimo". Trattative in corso per la cessione di Riccardo Marani
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

La presidentessa Maria Francesca Tardella

La presidentessa Maria Francesca Tardella

 

di Filippo Ciccarelli

E’ abbastanza provata Maria Francesca Tardella, dopo una stagione molto intensa per lei e la Maceratese, arrivata fino alla fase nazionale dei playoff di serie D dopo una cavalcata che nessuno si sarebbe aspettato da una matricola. Per questo la presidentessa si è concessa qualche giorno di pausa, prima di buttarsi nuovamente a capofitto nella pianificazione del futuro biancorosso, che ripartirà da lei (leggi l’articolo). Ma, stando a quanto trapela, anche dallo stesso allenatore e dallo stesso direttore sportivo:

Lo scorso anno è partito un progetto Cicchi e Di Fabio: saranno confermati anche per la prossima stagione?
“Credo che da me, dal ds e dall’allenatore sia arrivato in due anni anche più di quanto ci si aspettasse. Abbiamo seminato e raccolto bene, per cui le prospettive per rimanere insieme ci sono tutte. Non vedo motivi per non continuare, anche se quest’anno ci sono state più difficoltà. Sento mettere in discussione Di Fabio, ma credo che non questo non possa avvenire per un allenatore che ha vinto l’Eccellenza lo scorso anno e, quest’anno i playoff del suo girone di Serie D”.

Dal campo di Calcinelli di Saltara, due anni or sono, al XXI Settembre – Franco Salerno di Matera. Quali sono le sue sensazioni, guardandosi indietro?
“Abbiamo fatto un bel salto. Direi un salto con l’asta… quando di fatto retrocedemmo in Promozione, contro il Real Metauro, la sensazione era di frustrazione, di profondissimo rammarico. Ieri invece c’era soddisfazione, mi sono congratulata con la squadra. Abbiamo raggiunto un obiettivo inimmaginabile, pensando da dove venivamo…”.

Come giudica la stagione appena conclusa?
“Assolutamente positiva. Sia per i risultati, sia per una realtà come Collevario, riferimento per i giovani, a maggior ragione adesso che, come si legge, i Salesiani lasceranno la città. Faremo i campi estivi per i ragazzi, una cosa che non si era mai fatta. Si è risvegliato un interesse della città riguardo alla squadra, e questo è un bel traguardo”.

STAFF VERSO LA RICONFERMA - iL diesse Claudio Cicchi e Maria Francesca Tardella

STAFF VERSO LA RICONFERMA – iL diesse Claudio Cicchi e Maria Francesca Tardella

Farete domanda per un eventuale ripescaggio in Lega Pro?
“Aspetto il fine settimana per incontrare i miei collaboratori e valutare il da farsi. Se non entrano nuovi soci che possano aiutarmi a strutturare la Maceratese in modo da poterle garantire un futuro stabile in categorie superiori penso che sia meglio affrontare un campionato alla portata delle nostre possibilità. Non vogliamo andare in Lega Pro per fare una capatina, vogliamo rimanerci. L’anno prossimo ci saranno 9 retrocessioni dalla Lega Pro, chiaramente se avessimo ottenuto la promozione avrei lavorato al meglio per il bene della società e della squadra”.

Ci sono novità dal punto di vista societario?
“No, noi siamo apertissimi al sostegno di chiunque voglia aiutare la Maceratese, la nostra idea è chiara: vogliamo una scuola calcio e programmazione, non salti nel buio”.

Capitolo mercato: è stata vista insieme a Donato Di Campli (agente, tra gli altri, del centrocampista della nazionale Marco Verratti  ndr) mentre discuteva il futuro di Riccardo Marani…
“Stiamo cercando la soluzione migliore per il ragazzo e, sper, anche per la Maceratese. Il nostro portiere ha molti estimatori e ci sono delle trattative avviate per squadre importanti, ma per ora non c’è nulla di definitivo”.

LA STELLA - Federico Melchiorri

LA STELLA – Federico Melchiorri

E il futuro di Melchiorri?
“Credo che il suo futuro sia solo nelle sue mani. Riuscire a trattenerlo sarebbe il massimo. Per noi e per la città di Macerata”.

***

La Maceratese chiede chiarimenti sugli accessi del pubblico nella gara a porte chiuse disputata a Matera. In un documento inviato al segretario della Figc-Lnd, Mauro De Angelis e all’avvocato Luigi Barbiero, la società biancorossa fa notare come i presenti sugli spalti dell’impianto lucano fossero presumibilmente maggiori rispetto a quelli previsti dalla normativa. Nel fax inviato a Roma, la presidentessa Tardella chiede quanti dei 30 tesserati (numero massimo previsto per una gara a porte chiuse) del Matera fossero effettivamente all’interno dello stadio, perché ci fossero presenti alla partita anche dei bambini, e un paio di persone “salutate dal personale come assessori”. La presidentessa segnala anche l’allestimento del maxischermo a ridosso del campo per permettere ai tifosi locali di vedere la partita e che “l’uscita dallo stadio a fine partita non ci ha garantito la dovuta sicurezza, in quanto siamo dovuti passare attraverso i tifosi locali”.

SFIORATA LA SECONDA PROMOZIONE CONSECUTIVA - Dopo la vittoria dello scorso campionato di Eccellenza, quest'anno la Maceratese è arrivata alla fase nazionale dei play off di serie D

SFIORATA LA SECONDA PROMOZIONE CONSECUTIVA – Dopo la vittoria dello scorso campionato di Eccellenza, quest’anno la Maceratese è arrivata alla fase nazionale dei play off di serie D

TORNATO L'ENTUSIASMO - Tantissimi tifosi biancorossi si sono radunati ieri pomeriggio in piazza Mazzini per vedere la partita di Matera, giocata a porte chiuse

TORNATO L’ENTUSIASMO – Tantissimi tifosi biancorossi si sono radunati ieri pomeriggio in piazza Mazzini per vedere la partita di Matera, giocata a porte chiuse

 

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X