Renzi “rottama” anche a Macerata
“Cambiamo le facce del PD”

Una folla ha accolto il candidato alle primarie: "I politici non possono pensare di avere un'immagine quasi sacra"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

renzi-00

Clicca sull’immagine per guardare il video

matte-renzi-sindacidi Matteo Zallocco

(foto-servizio di Guido Picchio e Lucrezia Benfatto)

“Nel mondo cambia tutto, l’unica cosa che resta sempre la stessa sono le facce dei dirigenti del Pd”.  Lo dice Matteo Renzi dal palco di un cine-teatro Italia colmo in ogni ordine di posto: non solo iscritti del Pd maceratese (gli storici dirigenti Graziano Pambianchi e Adriano Ciaffi erano nelle prime file) ma anche tanti giovani e meno giovani incuriositi dalla figura del sindaco di Firenze. Il teatro non è bastato ed anche la vicina piazza Cesare Battisti, dove è stato allestito un maxi-schermo, era piena. Il camper di Renzi è arrivato a Macerata poco prima delle 22, accolto dai sindaci di Macerata (Carancini), Recanati (Fiordomo), San Severino (Martini), Corridonia (Calvigioni), Montecosaro (Cardinali),  dall’ex sindaco di Fermo Di Ruscio, dal presidente del consiglio regionale Solazzi e da Stefano Di Pietro, organizzatore della tappa maceratese.

Il “rottamatore” è stato presentato da Romano Carancini: “E’ un onore avere qui il sindaco di una grande città come Firenze ma tra di noi c’è un solco profondo che ci divide: tu sei della Fiorentina, io della Juventus – scherza il primo cittadino di Macerata utilizzando lo stesso linguaggio ironico del collega fiorentino – Ma c’è una cosa che ci unisce, il credere nel nuovo Partito Democratico che ha la necessità di rinnovarsi e la visione che ha Matteo Renzi è importante e significativa per interpretare la politica in maniera seria, a servizio dei cittadini”

pubblico-matteo-renziSul palco anche il sindaco di Recanati, Francesco Fiordomo, del coordinamento provinciale per Renzi: “Abbiamo bisogno di rinnovamento, di nuove idee, di nuovi progetti e un modo concreto di affrontare i problemi. Matteo Renzi ha una grande capacità, quella di parlare alla gente in modo chiaro e semplice”.

“Bisogna desacralizzare la politica – sono le prima parole a Macerata di Matteo Renzi –  I politici non possono pensare di avere un’immagine quasi sacra. Siamo in una fase in cui il disgusto verso la politica è enorme ed è forte l’esigenza di cambiamento”.

Viene poi proposta una presentazione di Renzi attraverso un video in cui il comico Maurizio Crozza imita “il bambino che vuole cambiare l’Italia”.

Ma è lo stesso Renzi a ricevere applausi per i suoi discorsi, conditi da una buona dose di comicità. Quando nomina il suo avversario, però, si fa serio: “Non mi sentirete mai parlare male di Bersani perchè lo stimo anche se tra noi ci sono grandi differenze, io sono per la rottamazione e non per l’usato sicuro come lui stesso si è ironicamente definito. Se vince Bersani sarò in prima fila per dare una mano a chi ha vinto ma non accetterò premi di consolazione, non andrò in Parlamento, resterò a fare il sindaco”.

renzi-13Renzi ha quindi ribadito i suoi punti fermi: dimezzare il numero di parlamentari, ridurre le indennità, abolire il finanziamento pubblico ai partiti. “Nel mio sito abbiamo già raggiunto 40mila euro per finanziare la campagna elettorale con quasi tutte donazioni inferiori ai 10 euro”.

 

OV4D5725Dopo aver ricordato Pierluigi Vigna, procuratore antimafia scomparso oggi, Renzi ha passato in rassegna i problemi più importanti del paese: infrastrutture, scuole e asili nido, valorizzazione delle donne in tutti i ruoli, fondo a tutela del credito per le imprese. Al centro del suo discorso anche la lotta all’evasione (“Fermo restando che gli scontrini vanno fatti è ora di servirsi di un serio controllo incrociato dei dati che lo Stato ha a disposizione per scoprire i veri evasori perchè troppo spesso vengono penalizzati i deboli”) e il consumo di suolo che si collega a pennello con la realtà maceratese (“Nella mia città ho deciso di frenare la cementificazione, è fondamentale che ognuno di voi si appassioni al bene comune e chi costruisce lo faccia a impatto zero”). Giù applausi.

Il “rottamatore” conclude con la proiezione del video di Obama “Un sogno americano”  e rivolge un appello ai cittadini: “Tornate ad occuparvi di politica e non lasciate ai politicanti di turno il compito di restituire una speranza all’Italia”.

 renzi-11

 renzi-carancini-fiordomo


renzi-piazza-battisti

 renzi1   renzi-19     renzi-17   renzi-16   renzi-15   renzi-14     renzi-12     renzi-10   renzi-9   renzi-8   renzi-7   renzi-6   renzi-5   renzi-4   renzi-3   OV4D5749  
  OV4D5720   OV4D5707   OV4D5705   OV4D5697   OV4D5695   HK0E0746   HK0E0674 renzi-18 
   



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X