Basket, Riva del Garda vince a Civitanova
Naturino troppo brutta per essere vera

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
COACH_cervellini_carlo

Coach Carlo Cervellini della Naturino

Una delle più brutte versioni stagionali della Naturino Sapore di Mare stecca la gara interna contro la Gs Riva del Garda, che espugna il PalaRisorgimento col punteggio di 62-80. Molle in difesa e sconclusionata in attacco, la Virtus paga a caro prezzo, oltre all’assenza di Temperini, le cattive serate al tiro di Cernivani e Baldoni. Non può bastare la bella serata di Tessitore, unico al di sopra della sufficienza, contro la frizzante formazione ospite, trascinata dalle triple di Torboli ed in generale da un ottimo feeling con i ferri rivieraschi. Una sconfitta pesante in chiave playoff, contro una diretta concorrente che ora, oltre ai 2 punti di vantaggio in classifica, si ritrova con un pesante 2-0 a favore negli scontri diretti. Inizio di gara convulso, con le due squadre a cercare con insistenza la transizione veloce. A risentirne sono però le percentuali, tutt’altro che scintillanti. Coach Bindi alterna molto difesa a zona e a uomo, ma la Naturino non si scompone troppo ed allunga sul +6 (14-8 al 6’) con un gran Tessitore (7 punti in altrettanti minuti). Ma è un fuoco di paglia. Riva reagisce e con un controbreak di 0-7 rimette il naso avanti (14-15 all’8’). Sul finire del quarto si scuote anche Bertolini ed i trentini vanno al primo riposo sul +4 (18-22). Civitanova sbaglia molto e butta tanti palloni in attacco, così, in apertura di secondo periodo, Meneghel e Tobaldi spingono i gardesani fino al +11 (20-31 a metà periodo). Cernivani e Baldoni continuano a litigare con il ferro, la difesa non morde a sufficienza e la Naturino sprofonda. Una fiammata di Torboli, che infila tre triple in un amen, e qualche dubbio fischio arbitrale che fa saltare i nervi alla panchina civitanovese (che si becca il tecnico) danno il la ad un terrificante break degli ospiti: uno 0-16 da brividi che spinge Riva del Garda fin quasi a doppiare una spaesata Naturino (24-47 al 19’). Un canestro di Tessitore addolcisce a malapena un secondo periodo da dimenticare che vede la Gs avanti di 21 lunghezze (26-47). La Naturino si scuote col pressing a tutto campo in apertura di terzo quarto: in 3 minuti Tessitore e Baldoni ispirano un parziale di 9-2 che rimette pienamente in corsa la Virtus (38-49 al 23’). Torboli stoppa l’emorragia con una tripla, la sua quarta, dall’angolo e la Gs riprende fiducia. Cinque punti in fila di Pettarin riportano Riva a +18 (43-61 al 27’) e la Naturino si riaffloscia. L’attacco civitanovese si blocca, le polveri restano bagnate anche nei tiri più puliti e così i trentini, senza strafare, gestiscono il vantaggio arrivando all’ultimo intervallo con ancora 17 punti di vantaggio (45-62). La musica non cambia nell’ultimo periodo. Tessitore e compagni si sbattono ma le tante imprecisioni tarpano le ali alle velleità di rimonta civitanovesi. La schiacciata a due mani di De Paoli per il +21 (54-75) a poco più di 3 minuti dalla sirena è di fatto il punto esclamativo sulla vittoria degli ospiti. Una sconfitta sonora per la Naturino, attesa ora dal turno di riposo prima della trasferta di Ferrara. Due settimane per recuperare infortunati ed acciaccati e rimuovere le scorie di questa giornata da dimenticare in fretta.

NATURINO: Caldarelli 4, Cernivani 8, Tessitore 15, Acquaroli, Baldoni 12, Frascione 17, Ferraro, Foresi ne, Principi, Gennari 6.
GS: Cugola, Pettarin 7, Torboli 19, Chiappelli 2, Pastori 12, Meneghel 9, De Paoli 9, Tobaldi 3, Novati 9, Bertolini 10.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X