Infermiera rubava in Ospedale
Scoperta da una poliziotta “finta paziente”

FURTI AL REPARTO DI CARDIOLOGIA - Agli arresti domiciliari una donna di 38 anni
- caricamento letture

infermiera

A conclusione di un’intensa attività investigativa, protrattasi  per diverse settimane, nella nottata di ieri, gli uomini della Squadra Mobile hanno chiuso il cerchio attorno al misterioso autore di una lunga scia di furti consumati all’interno del reparto di Cardiologia dell’ Ospedale Civile di Macerata, a danno dei pazienti ricoverati, traendo in arresto una trentottenne maceratese (di cui vengono rese note le iniziali, V.P.), infermiera impiegata presso la struttura sanitaria del capoluogo. Nel tardo pomeriggio di ieri una agente della Squadra Mobile, fingendosi una degente si predisponeva per un servizio di appostamento-osservazione all’interno di una stanza del reparto di Cardiologia, con lo scopo di svolgere attività d’indagine finalizzata a prevenire e reprimere alcuni spiacevoli episodi di furto occorsi nelle giornate precedenti e sempre in orario notturno, a danno dei degenti di quella struttura, ai quali era stato sottratto denaro contante. Considerata la tipologia del servizio mirato anche alla possibilità di cogliere sul fatto il responsabile dei ripetuti furti  il denaro contante posseduto dalla “finta degente” veniva preventivamente fotocopiato.  Nella medesima struttura, ma all’esterno del reparto vi erano altri operatori in attesa degli sviluppi.

Nel corso della notte all’interno della stanza occupata dalla poliziotta, entrava  una delle due infermiere in servizio e, precisamente, quella poi identificata e arrestata, che versava in un bicchiere alcune gocce di liquido rosastro (come poi affermato dalla stessa infermiera per favorire il sonno). Ritenendo pretestuoso ed insidioso il comportamento assunto dall’infermiera, l’operante fingeva di accettare la “medicina”.

ospedale-macerata2-300x225

L'ospedale di Macerata

Più tardi, la stessa infermiera dopo essere entrata nella stanza per accertarsi che la ricoverata dormisse, trascorsi alcuni minuti, vi rientrava nuovamente e credendo che la “degente” stesse dormendo, con mossa fulminea prelevava dal ripiano centrale del  comodino il portafoglio della  poliziotta e si allontanava frettolosamente dalla stanza. L’agente notata l’azione dell’infermiera la seguiva fino alla stanza adibita a cucina dove poteva notare la donna togliere le banconote dal portafoglio e riporle nella tasca sinistra del  camice che indossava e, valutata la flagranza di reato di furto interveniva immediatamente e qualificandosi  la bloccava.

E’ stato subito data notizia dell’arresto al P.M. di turno Andrea De Feis  Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Macerata, che disponeva di porre la donna agli arresti domiciliari nella propria abitazione di Montecassiano.

Ppreziosa collaborazione fornita da tutto lo staff della Direzione Sanitaria dell’Ospedale di Macerata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X