Verazzo ritrova la Maceratese:
“Giocherò anche con la febbre”

Domenica c'è il derby e il bomber della Vis Macerata non vuole mancare
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Verazzo-1-216x300

di Andrea Busiello

Domenica sarà uno degli uomini più attesi. Nel derby Maceratese-Vis Macerata lui, Gaetano Verazzo, avrà l’onere di punire la formazione biancorossa. Sfida che mette in palio punti pesanti solo per la Maceratese dato che ormai la Vis è praticamente spacciata. Ma si sa, il derby è sempre il derby, e tutti ci tengono a fare bene. L’ex di turno Verazzo (nella foto) su tutti che, ascoltato da Cronache Maceratesi, ha espresso tutta la sua determinazione nel fare risultato nella sfida di domenica nonostante la febbre lo stia tenendo a letto in questi giorni e la sua presenza è in dubbio fino all’ultimo momento.

Verazzo, domenica c’è Maceratese-Vis Macerata. Siete pronti per questo derby?

“Si, noi affrontiamo questa gara convinti di poter dire la nostra. Quest’anno è stata una stagione incredibile dove la fortuna ci ha voltato le spalle ma noi contro la Maceratese contiamo di fare risultato”.

Lei da ex come vive la vigilia di questa sfida?

“Sinceramente non provo nulla perchè è stata talmente breve la mia parentesi alla Maceratese che non posso sentirmi un ex. Quando giocai contro la Vis era un’altra cosa perchè erano tre anni che stavo con la Vis ed allora l’emozione era tanta, ma in vista di questa partita per me sarà una sfida come le altre”.

Nello spogliatoio Vis Macerata che clima si respira in questo momento di classifica deficitaria?

“C’è tanto dispiacere perchè abbiamo provato in tutti i modi ad invertire una stagione nata male. Purtroppo c’è da dire che anche la sfortuna ci ha messo del suo nel senso che avremo avuto almeno un cinquantina di infortuni ed in queste condizioni è pressocchè impossibile fare risultato”.

Lei è da due giorni a letto con la febbre: è in dubbio la sua presenza domenica?

“Non saprei. Sono due giorni che sto a letto con la febbre ma per domenica farò il possibile per scendere in campo. Anche dovessi avere ancora la febbre sarò a disposizione ugualmente”.

Le armi migliori della Maceratese quali sono?

“Rispetto a quando c’ero io è una squadra totalmente cambiata quindi non saprei cosa dire. Sinceramente la cosa che ho notato è che quando c’ero ancora io prendevamo pochi gol ed invece ora la situazione è mutata con la Maceratese che subisce spesso reti”.

Sulla possibile idea di fusione tra le due squadre cittadine lei cosa ne pensa?

“E’ una cosa che devono vedere le due dirigenze, io sinceramente non voglio dire niente in merito perchè non sono cose che mi riguardano”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X