Rapporto Caritas sulla povertà 2023:
«Nelle Marche situazione critica»

ANCONA - Il consigliere regionale Antonio Mastrovincenzo (Pd): «Serve un netto cambio di passo da parte della giunta Acquaroli prima che la situazione economica e sociale delle famiglie marchigiane peggiori ulteriormente»

- caricamento letture
cucina-mensa

La mensa della Caritas di Ancona

E’ stato presentato oggi, in occasione della Giornata Mondiale dei Poveri, il Rapporto 2023 della Caritas su povertà ed esclusione sociale in Italia.
Il report mostra una situazione sempre più critica nel nostro Paese: «I poveri “assoluti” – dice il consigliere regionale Pd, Antonio Mastrovincenzo – lo scorso anno sono passati da 5.316.000 mila a 5.673.000, con una incidenza aumentata dal 9,1% al 9,7%; ben 2187.000 famiglie sono in condizioni di povertà assoluta».
Purtroppo il rapporto evidenzia una «situazione particolarmente difficile anche nelle Marche – sottolinea il consigliere -. Sono 14.956 le famiglie assistite dalla Caritas nella nostra regione che, in termini percentuali, è la seconda in Italia dopo la Liguria nella triste classifica del numero di famiglie assistite rispetto a quelle residenti (il 2,4%), con una media nazionale che è invece dell’1%».
Le Marche sono poi «ampiamente sopra il dato nazionale – continua – per quanto riguarda sia i “nuovi ascolti” nelle strutture Caritas (46,6% rispetto al 45,3%), sia il numero delle persone seguite ormai da qualche anno. Segno che da un lato – commenta – aumentano le richieste di sostegno e dall’altro che molte situazioni di difficoltà si stanno consolidando sempre di più. Infine un altro aspetto decisamente allarmante – prosegue – è che nella nostra regione si rivolgono ai Centri di Ascolto persone con bisogni complessi: occupazione, casa, famiglia, salute, immigrazione. Anche in questo, se a livello nazionale le persone che hanno diverse “necessità” sono il 29,5% degli assistiti, nelle Marche sono il 34,8%. Dietro a questi numeri e a queste percentuali ci sono persone con le loro storie, le loro sofferenze e i loro grandi problemi quotidiani».

402629273_6785369494849973_9099979989289954713_n-325x335

Antonio Mastrovincenzo, Pd

Un aspetto positivo che emerge invece dal rapporto «è il numero elevato di volontari Caritas nel nostro territorio: 1.126 che, percentualmente, rispetto agli abitanti, è uno tra i più elevati in Italia. Ma il volontariato, che da sempre caratterizza le Marche, non può bastare. E’ indispensabile – chiosa – un’azione amministrativa forte che contrasti la povertà. In questi anni abbiamo avanzato costantemente proposte e sollecitazioni al presidente Acquaroli e all’assessore Saltamartini, che invece sembrano aver completamente dimenticato le politiche di welfare. E’ necessario incrementare il Fondo indistinto – ribadisce – destinato agli Ambiti Territoriali Sociali che permetterebbe di rispondere ai quei bisogni del territorio che non possono essere canalizzati in finanziamenti già esistenti; garantire sostegno per il pagamento delle utenze da parte delle famiglie in difficoltà; prevedere interventi per potenziare organizzativamente e finanziariamente i Servizi Sociali dei Comuni; stanziare risorse adeguate per il sostegno all’affitto, visto il gravissimo taglio del relativo Fondo nazionale da parte del Governo Meloni. Serve un netto cambio di passo – conclude – prima che la situazione economica e sociale delle famiglie marchigiane peggiori ulteriormente».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X