Musicultura, presentata l’edizione 33
Scelti gli 8 finalisti in gara
Litfiba, Agnelli e Grignani tra le guest star

MACERATA - Svelato a Roma il programma del festival che si svolgerà allo Sferisterio dal 20 al 25 giugno. A condurre Enrico Ruggeri e Veronia Maya. Sul palco si sfideranno Cassandra Raffaele, Emit, Isotta, Martina Vinci, Themorbelli, Y0, Yosh Whale e Valeria Sturba
- caricamento letture

 

i-Vincitori-con-Ruggeri-Maya-Nannipieri-Vianello-Anversa-Fontana-

I vincitori con Enrico Ruggeri, Veronica Maya, Ezio Nannipieri, Andrea Vianello, Giovanni Anversa e Carlo Fontana

Presentata oggi a Roma, nella storica sala Rai di via Asiago, la XXXIII edizione di Musicultura, in programma a Macerata dal 20 al 25 giugno con il Main media partner Rai. A testimoniare l’importante rapporto di collaborazione con la Rai gli interventi di Andrea Vianello (direttore di Rai Radio1, radio ufficiale del festival dal 2001), Giovanni Anversa (vice direttore intrattenimento prime time), Carlo Fontana (condirettore Rai Tgr), Paolo Petrecca (direttore Rai News24), Fabrizio Ferragni (direttore Rai Italia) e Roberto Ferrara (direttore Rai Canone). Le serate conclusive, il 24 e il 25 giugno, si svolgeranno allo Sferisterio di Macerata e saranno condotte da Enrico Ruggeri, alla sua quarta volta consecutiva in veste di anfitrione del festival.

I-conduttori-di-Musicultura-Veronica-Maya-e-Enrico-Ruggeri

I conduttori di Musicultura Veronica Maya e Enrico Ruggeri

«Musicultura è una grande palestra di vita, la qualità è sempre alta – ha detto Ruggeri – non a caso gli artisti che arrivano allo Sferisterio dopo un lungo percorso di selezione sono quelli che sentono realmente l’urgenza di dire qualcosa e quest’anno in particolare mi piacciono molto».

Affiancherà Ruggeri nella conduzione del festival Veronica Maya, che dopo l’esperienza dello scorso anno torna sul palco dell’edizione 2022. «Ritorno con grande piacere nella famiglia Musicultura, l’anno scorso mi ha consentito anche di duettare con Enrico Ruggeri – ha detto Veronica Maya -. Questi ragazzi sono fortunati perché qui il clima è no-pressure ed è una grande opportunità di confronto, di dialogo e di crescita. Al di là di chi vince, tutti portano a casa un’esperienza ricca dal punto di vista formativo».

Le due serate finali del 24 e 25 giugno verranno trasmesse in diretta su Rai Radio 1 e andranno in onda il prossimo 8 luglio su Rai 2, in seconda serata, in un programma televisivo che verrà diffuso anche in ambito internazionale da Rai Italia.

Annunciati oggi gli otto artisti vincitori dell’autorevole concorso con cui dal 1990 Musicultura tutela la qualità espressiva delle canzoni e favorisce il ricambio artistico generazionale. Ecco i nomi dei vincitori del festival Musicultura 2022, le loro città di origine e le loro canzoni: Cassandra Raffaele (Vittoria, Rovigo – “La mia anarchia ama te”), Emit (Lodi – “Vino”), Isotta (Siena – “Palla avvelenata”), Martina Vinci (Genova – “Cielo di Londra”), Themorbelli (Alessandria – “Il giardino dei Finzi Contini”), Y0 (Ravenna – “Trapsodia Popolare”), Yosh Whale (Salerno – “Inutile”) e Valeria Sturba (Bologna – “Antiamore”). Già da stasera sarà possibile familiarizzare con le loro canzoni e con le loro storie sintonizzandosi sulle frequenze di Rai Radio 1 che trasmetterà in diretta il concerto rigorosamente live dei vincitori di Musicultura, con Duccio Pasqua, Marcella Sullo e John Vignola alla conduzione.

Conferenza-Stampa-Rai-Musicultura-

La conferenza di presentazione

«Musicultura è uno straordinario veicolo per le Marche, per Macerata e lo Sferisterio in Italia e nel mondo che rinsalda il binomio cultura-turismo che è sinonimo di crescita economica – dice l’assessore regionale alla Cultura Giorgia Latini -. La musica è sempre stata ambasciatrice dell’Italia all’estero. In questo modo le Marche continuano a portare il loro contributo a una tradizione straordinaria dando spazio a nuove creazioni artistiche».

I protagonisti e le protagoniste del concorso saranno in scena tra due settimane a Macerata. «Siamo davvero emozionati all’idea di tornare finalmente allo Sferisterio con la capienza massima e farlo insieme a Musicultura è davvero un grande orgoglio e un segnale di forte ottimismo – ha affermato il sindaco Sandro Parcaroli -. Il festival della canzone popolare e d’autore ha dato molto a Macerata: qualità dell’offerta, professionalità, valore aggiunto e un grande ritorno di visibilità e turistico per tutto il territorio. Tutto questo ci stimola, ogni anno, a dare sempre maggiore sostegno a un appuntamento che rappresenta un trampolino di lancio unico per gli artisti».

Proprio allo Sferisterio, spetterà al pubblico esprimersi e decretare con il voto, nel corso della finalissima di sabato 25 giugno, il vincitore assoluto di Musicultura, al quale andranno i 20mila euro del Premio Banca Macerata. «È un test democratico che non mi risulta abbia riscontro altrove, come del resto sono unici anche i cospicui premi con cui favoriamo l’indipendenza e la creatività delle nuove leve artistiche – osserva il direttore artistico di Musicultura Ezio Nannipieri -. Dopo un percorso di selezione tutto incentrato sull’attenzione al merito, alla qualità, al dettaglio, il responso di una giuria popolare composta da 2.400 spettatori fisicamente presenti allo Sferisterio ci sembra la modalità più onesta di confronto diretto e di riscontro con i gusti del pubblico».

L’atmosfera distesa della manifestazione, lontana dalle logiche promozionali, facilita da sempre il libero incontro di idee, parole, musica e voci, così come il confronto generazionale tra i giovani talenti e gli artisti già affermati. Il 24 e il 25 giugno sono confermate ad oggi sul palco dello Sferisterio le partecipazioni di Litfiba, Manuel Agnelli, Ditonellapiaga, Ilaria Pilar Patassini, Silvana Estrada (Messico), DakhaBrakha (Ucraina), Violons Barbares (trio, franco-bulgaro-mongolo) Gianluca Grignani e della cantautrice islandese Emiliana Torrini & The Colorist Orchestra che a Musicultura farà la sua unica tappa in Italia del 2022.

Enrico-Ruggeri-Ezio-Nannipieri-Veronica-Maya-

Enrico Ruggeri Ezio Nannipieri Veronica Maya

«Qui cerchiamo di coltivare condizioni favorevoli alla riscoperta delle ragioni più intime della passione degli spettatori per le canzoni, sia coinvolgendo ospiti di vasta notorietà, sia proponendo artisti meno conosciuti, ma altrettanto bravi – ha aggiunto Ezio Nannipieri -. Andiamo incontro ad un’edizione speciale: me lo fanno pensare la qualità e la varietà del cast, lo spirito con cui gli ospiti hanno aderito all’invito e alle nostre proposte e poi qualche sorpresa dell’ultimo minuto che non mancherà».

Molti gli ospiti in cartellone anche a La Controra, il festival nel festival che da lunedì 20 a sabato 25 giugno vivrà nelle piazze e nei cortili del centro storico di Macerata con concerti, recital, incontri, dibattiti, tutti ad ingresso libero. La settimana di Musicultura si aprirà con due attesi concerti nella centralissima piazza della Libertà. Il 20 giugno “Ivan 25”, il nuovo spettacolo con cui, a venticinque anni dalla scomparsa del padre Ivan, Filippo Graziani rende omaggio alle canzoni e alla genialità del grande cantautore e chitarrista, accompagnato dalla Tommy Graziani band. Il 21 giugno Ron ripercorrerà a suon di canzoni scolpite nella memoria collettiva del nostro Paese i cinquant’anni di una carriera artistica strepitosa, per l’occasione accompagnato da una suggestiva formazione orchestrale. In tema di canzone d’autore è da segnalare giovedì 23 giugno la proiezione del docufilm Nanni Ricordi – L’uomo che inventò i dischi, scritto e diretto da Roberto Manfredi. Alla serata interverranno tra gli altri Camillo Ricordi, il figlio di Nanni, e Gino Paoli, che con Giorgio Gaber, Ornella Vanoni, Umberto Bindi, Sergio Endrigo, Luigi Tenco ed Enzo Jannacci, fu tra gli artisti che Nanni, sul finire degli anni Cinquanta e l’inizio dei Sessanta scoprì, produsse e lanciò con la sua Dischi Ricordi. Tra gli altri ospiti attesi in città: Pupi Avati, la “mamma” di Geronimo Stilton” Elisabetta Dami, Roberto Piumini, Michele D’Andrea, Marianna Aprile, Ennio Cavalli, Massimiliano Civica, Guido Harari, oltre ad alcuni degli artisti impegnati anche nelle serate finali allo Sferisterio.

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =