Maceratese ancora di ‘corto muso’
A Centobuchi basta un gol di Perez
Secondo posto nel mirino

PROMOZIONE - Un successo prezioso su un campo ostico per la squadra di Trillini che s'impone nuovamente di misura e accorcia a -1 sul Monturano
- caricamento letture

 

A.Centobuchi-Maceratese-inizio-partita

di Mauro Giustozzi

Vittoria di ‘corto muso’ , l’ennesima della Maceratese in questo scorcio di stagione che infila il poker di successi in campionato, approfitta del passo falso del Monturano ed adesso il secondo posto in classifica dista un solo punto per la squadra di Trillini. Un successo prezioso quello colto sul campo ostico di Centobuchi che allunga la striscia positiva di De Cesare e compagni che proseguono la loro cavalcata di successi in una zona playoff che diventa interessante proprio per quel secondo posto che adesso torna prepotentemente in ballo anche per la squadra del presidente Crocioni.

Tra i migliori nella squadra di Trillini ancora una volta Perez che oltre a segnare la rete ha dispensato ottime giocate per i compagni ed è risultato imprendibile per gli avversari. Mentre Tittarelli si è speso con la solita generosità battendosi su tutti i palloni in attacco risultando il punto di riferimento per la prima linea biancorossa. Ottima ancora una volta la tenuta difensiva nonostante le pesanti assenze con cui ha dovuto fare i conti mister Trillini. L’ennesima prova di compattezza della formazione maceratese che si conferma letale nel riuscire a spuntarla segnando magari poche reti ma blindando la difesa che raramente incassa gol.

Azioni-di-gioco-della-partita-4-325x183Maceratese che arriva a questa partita sulle ali dell’entusiasmo dei dodici punti guadagnati nelle ultime quattro partite che ha consolidato la posizione playoff ed il terzo posto in classifica mentre i piceni sono reduci dalla rovinosa caduta di Porto Recanati che li ha risucchiati in zona playout e vengono da due pareggi, una vittoria ed una sconfitta nelle ultime quattro gare giocate.

E’ anche sfida in panchina tra due ex stopper della Maceratese come Trillini e Fusco (quest’ultimo subentrato un mese fa all’esonerato Ricciotti) che, seppur in epoche diverse, hanno disputato campionati di serie C2 con la maglia biancorossa.

Al campo sportivo ‘Nicolai’ la Rata si schiera senza gli infortunati Vallorani e Pucci, con Zandri recuperato ma non ancora al meglio che inizia dalla panchina. Maglia da titolare per Marino in difesa mentre a centrocampo Giaccaglia è preferito a Massei che non è ancora al meglio della condizione. Prime battute di gioco con schermaglie tra le due formazioni, con i biancorossi che provano ad adattarsi al ristretto e sconnesso campo di Centobuchi. Padroni di casa che cercando di fare la partita con la squadra di Trillini pronta comunque a ribaltare l’azione non appena capita l’occasione. Primo quarto d’ora che non offre particolari emozioni se non due calci d’angolo, uno per parte, che non sortiscono pericoli verso la porta avversaria. Al 15’ Perez non sfrutta un buon pallone recapitatogli da Tittarelli e sfuma il possibile pericolo verso la porta di Beni.

Finale-di-partita-la-Rata-esulta-2-325x183Al 17’ buona uscita in presa di Santarelli su Iovannisci e sul rovesciamento di fronte scappa via Diemè che viene stoppato all’ingresso dell’area da rigore da Gibbs. Alla prima occasione da rete la Maceratese passa: Ripa se ne va sull’out destro e poi pennella un cross a centro area dove lo statuario Tittarelli colpisce di testa servendo Perez che sotto misura da pochi metri insacca all’altezza del secondo palo per l’1-0 biancorosso. Centobuchi colpito che si riversa subito nella metà campo ospite per reagire allo svantaggio ma la difesa di Trillini riesce a rintuzzare le velleità dei biancocelesti. Ogni volta che la Rata affonda però crea pericoli come al 28’ quando Perez serve De Cesare che si presenta davanti al portiere e serve a rimorchio Tittarelli che però al momento del tiro viene murato da De Cesaris. Maceratese che si difende con ordine quando il Centobuchi prova ad attaccare ma non rinuncia mai a ripartenze che creano pericoli verso la porta ascolana. Come al 40’ quando sembra fatta per il raddoppio: ancora Ripa incontenibile sulla fascia effettua un traversone in area per Tittarelli, splendida girata al volo del centravanti con Beni che compie un autentico miracolo nel ribattere il tiro salvando la sua porta dalla seconda capitolazione. Termina così un primo tempo interpretato meglio dalla Rata che si è resa più pericolosa in attacco e non ha rischiato nulla in difesa.

Azioni-di-gioco-della-partita-3-325x183Avvio di ripresa con mister Fusco che getta nella mischia Di Salvatore: si inizia con una conclusione di Iovannisci che però Santarelli neutralizza con sicurezza. La replica è immediata degli ospiti con Diemè entra in area e chiama alla parata non facile Beni. Piceni che provano a spingere in questa fase iniziale della ripresa ma la Rata non arretra nella propria metà campo e ogni qualvolta è possibile si porta verso l’area dei locali. Come al 10’ quando Ripa e Tittarelli non si intendono e sfuma una potenziale occasione da gol per i biancorossi. Liberati prova a farsi vivo dalle parti di Santarelli che però è attento e si fa trovare sempre pronto quando viene chiamato in causa, soprattutto nelle uscite alte. Atletico che insiste nella metà campo della Maceratese provando a creare pericoli verso la porta degli ospiti, ma i piceni hanno poche idee e confuse per riuscire a crea vere e proprie palle gol. Biancorossi che provano a gestire la partita rallentando il gioco, ma non sempre riescono ad arginare la veemenza dei biancocelesti. Partita che diventa più battagliata che giocata dalle due squadre con la Rata che difende il vantaggio ed i locali alla disperata ricerca del pareggio. Sussulto biancorosso al 32’ con una conclusione dalla distanza di Ripa che non inquadra però la porta di Beni. Non succede più nulla. Finale contraddistinto dalla tenuta della difesa maceratese, anche nei lunghi sei minuti di recupero concessi dall’arbitro che però non sortiscono pericoli verso la porta di Santarelli.

Finale-di-partita-la-Rata-esulta-1-325x183ATLETICO CENTOBUCHI – MACERATESE 0-1

ATLETICO CENTOBUCHI: Beni; De Cesaris, Perez Ghirardi (dal 1’ s.t. Di Salvatore), Veccia, Gibbs; Fabi Cannella, Liberati S., Tedeschi, Liberati A.; Iovannisci (dal 21’ s.t Picciola), Travaglia. (Pignotti, Oddi, Calvaresi D., Russi, Fares, Calvaresi M., Corona). All. Fusco.
MACERATESE: Santarelli; Marino, Lapi, Armellini, Massini; Giaccaglia (dal 43’ s.t. Ghannaoui), De Cesare; Ripa, Perez (dal 46’ s.t. Marchetti), Diemè (dal 24’ s.t. Massei); Tittarelli. (Giustozzi, Shoshaj, Zandri, Rivera Salas, Rivamar, Battezzati). All. Trillini.
ARBITRO: Biagini di Pesaro..
MARCATORE: Perez (M) al 18’ p.t.
NOTE: spettatori 150 circa. Ammoniti: Santarelli, Di Salvatore. Angoli: 3-3. Recupero: 1’ (p.t.), 6’ (s.t.).

Un tris albiceleste per l’Eccellenza, Chiesanuova batte il Corridonia e vola a +9 sulla seconda

Maceratese mette la quarta, Diemè piega il Castignano

Maceratese corsara a Monticelli, terza vittoria consecutiva



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =