Maceratese corsara a Monticelli,
terza vittoria consecutiva

PROMOZIONE - I biancorossi vincono 3 a 2 in rimonta al Montecarotto di Ascoli, trascinati da Ripa, Lapi e Tittarelli. La squadra di Trilini guadagna ulteriori posizioni in zona playoff e supera la Civitanovese al terzo posto
- caricamento letture

 

Festa-giocatori-coi-tifosi-a-Monticelli

L’esultanza della Maceratese insieme ai propri tifosi

di Mauro Giustozzi

Nessuna sorpresa dentro l’uovo di Pasqua. La Maceratese c’è, infila la terza vittoria consecutiva (seconda esterna), guadagna ulteriori posizioni in zona playoff al punto di mettere nel mirino anche il secondo posto in classifica se il ritmo sarà questo fino al termine del campionato. Una spettacolare rimonta quella della Rata che subisce la rete in inferiorità numerica per l’infortunio di Zandri, che poi sarà costretto ad abbandonare il campo, non si disunisce rovesciando il punteggio già nel primo tempo e mettendo in cassaforte i tre punti nella ripresa col bomber Tittarelli che vince il confronto a distanza con Gibellieri, punto di riferimento quasi unico del gioco offensivo del Monticelli. Oltre alla conferma di una prova di squadra in netta crescita, tra i biancorossi eccellenti le prestazioni offerte dagli altri marcatori Ripa, imprendibile sulla fascia, e Lapi dominatore nella propria area di rigore ma anche in quella avversaria in occasione del gol. Oltre a De Cesare divenuto il punto di riferimento dei compagni e regista della squadra. Una Maceratese che pone la sua autorevole candidatura ad un brillante finale di campionato che sarà importante soprattutto in chiave dei playoff che la squadra di Trillini sta blindando con questi successi e soprattutto con prestazioni sempre più convincenti.

Festa-dopo-il-terzo-gol-di-Tittarelli

La festa dopo il terzo gol di Tittarelli

La cronaca. Al campo sportivo “Monterocco” di Ascoli la Maceratese si presenta al gran completo con mister Trillini che cambia un solo giocatore nell’undici titolare nel settore degli under: dentro Massini e fuori Rivamar. Anche tra le fila ascolane un solo cambio rispetto alla formazione di sette giorni fa con l’inserimento di Giorgi a centrocampo. Si gioca in un pomeriggio assolato e caldo con vento trasversale. Dopo neppure un minuto di gioco conclusione di Paolini che Santarelli neutralizza senza problemi. Partita subito vibrante con le squadre che cercano la via del gol: Rata che nel giro di due minuti si rende pericolosa. All’8’ corner di Pucci e colpo di testa di Tittarelli impreciso verso la porta ascolana e poco dopo conclusione di sinistro di Ripa centrale Paolini blocca senza affanno. Primo quarto d’ora ad alti ritmi anche se di pericoli veri per le due porte non se ne registrano. Monticelli che prova a sfruttare l’abitudine a giocare su un campo dalle ridotte dimensioni mentre la Maceratese non riesce a fare pressione nella metà capo avversaria. Al 21’ la Rata perde Zandri per infortunio muscolare, sin qui tra i più propositivi dei biancorossi: Trillini tarda il cambio, di questo approfitta il Monticelli che in superiorità numerica va in gol con un lancio verticale per Gibellieri, girata al volo che non lascia scampo a Santarelli e firma il suo 17esimo gol stagionale. Massini arretra sulla linea difensiva ed al suo posto va il neo entrato Giaccaglia.

Ripa-pareggia-per-la-RataBiancorossi che reagiscono immediatamente e pareggiano: respinta difettosa della difesa biancoceleste, sfera che arriva a Ripa che dal vertice dell’area di rigore fa esplodere un sinistro all’incrocio dei pali che non lascia scampo a Paolini per il gol dell’1-1. Partita rimessa sui binari dell’equilibrio dagli ospiti con una reazione rabbiosa e subito determinata. Gara che sale di livello, adesso la Rata insiste per cercare di approfittare del momento di difficoltà degli avversari. Al 36’ calcio di punizione dal limite di Pucci, tiro rasoterra che viene respinto dai difensori piceni. Insiste la squadra di Trillini con l’imprendibile Ripa che conquista ancora un calcio di punizione dal limite dell’area avversaria: calcia Pucci in area dove irrompe il difensore Lapi che non lascia scampo e trafigge Paolini per la rete del sorpasso biancorosso. Una rimonta confezionata in appena dieci minuti. Al 43’ slalomeggia Diemè che effettua poi un cross dove arriva al tiro al volo Massei, respinge un difensore piceno la pericolosa conclusione del centrocampista maceratese. Il tempo si chiude con una Rata in controllo della gara ed un Monticelli frastornato dall’uno-due che ha rovesciato il vantaggio conquistato dall’undici di mister Settembri.

Lapi-sigla-il-2-1-Maceratese--325x183Avvio di ripresa ancora con un’occasione per gli ospiti sugli sviluppi del terzo calcio d’angolo si crea una mischia in area picena con la difesa che si salva con grande affanno. Monticelli che si appoggia molto su Gibellieri per provare a dare fastidio alla difesa avversaria.  Al 12’ conclusione dalla distanza di Porfiri sulla quale Santarelli non si fa sorprendere deviando il tiro sul fondo. Maceratese che replica con una percussione in verticale di Giaccaglia che va poi alla conclusione di poco alta sulla traversa di Paolini. Monticelli che cerca di chiudere gli avversari nella propria metà campo, Maceratese che però non disdegna pericolosi contropiedi non appena entra in possesso palla.

Esultanxza-dopo-gol-di-Gibellieri

L’esultanza dopo il gol del Monticelli

Al 19’ il neo entrato Perez pennella un assist in area per Tittarelli che calcia di piatto in porta segnando la rete del 3-1 suo 12esimo centro stagionale con la maglia biancorossa.  La squadra di Trillini continua mettere in difficoltà la formazione ascolana come al 25’ quando Perez fa tutto da solo e va al tiro ma il portiere di casa respinge. La terza rete della Rata è una mazzata per la squadra di Settembri, i ritmi calano, i biancorossi controllano e gestiscono la partita senza correre rischi particolari. Sino ad un finale inatteso: una conclusione di Tarli non impossibile vede la parata di Santarelli che però per l’arbitro avviene quando la sfera ha superato di poco la linea di porta. Tra le proteste del portiere della Maceratese i piceni tornano a sperare inaspettatamente di raggiungere il pareggio nel tempo di recupero. Dove Tittarelli sfiora la rete del 4-2, i biancocelesti con generosità si gettano in attacco ma la Rata battaglia su ogni pallone e porta a casa una vittoria più che meritata nonostante l’inatteso finale di gara.

Monticelli-MacerateseIl tabellino: 

MONTICELLI: Paolini E.; Porfiri, Scielzo, Pietrucci, Fattori; Alijevic, Giorgi (dal 1’ s.t. Tarli), Panichi (dal 15’ st. Filippini), Paolini M. (dal 30’ s.t. Carnigola); Gibellieri, Vespa (dal 26’ s.t. Spinelli). (Marcucci, D’Angelo, Tazi, Sosi, Petritola). All. Settembri.

MACERATESE: Santarelli; Pucci, Lapi, Vallorani (dal 34’ s.t. Marino), Zandri (dal 26’ p.t. Giaccaglia ): Massei, De Cesare; Ripa (dal 34’ s.t. Armellini), Massini, Diemè (dal 17’ s.t. Perez); Tittarelli.  (Giustozzi, Marchetti, Ghannaoui, Rivamar, Battezzati). All. Trillini.

ARBITRO: Gorreja di Ancona.

RETI: Gibellieri (MO) al 25’, Ripa (MC) al 28’, Lapi (MC) al 37’ p.t.;  Tittarelli (MC) al 19’, Tarli (MO) al 44’ s.t.

NOTE: spettatori 150 di cui circa 50 ospiti. Ammoniti: Settembri, Giorgi, Massini, Pucci, Porfiri, Carnigola. Angoli: 2-4. Recupero: 2’ (p.t.) +  5’ (s.t.).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =