Carabinieri speronati sull’A14
dalla banda dei furti: un arresto
E’ caccia ai complici

BLITZ - Due militari feriti nell'operazione al casello di Loreto-Porto Recanati. Avevano intercettato un'Audi S3 con a bordo tre persone, che non si è fermata all'alt. Uno è stato preso, gli altri due sono scappati. L'auto è stata abbandonata con diverse targhe rubate all'interno
- caricamento letture

compagnia-carabinieri-notte-inverno-foto-darchivio-FDM-22-1024x683-325x217

Carabinieri in servizio (Archivio)

 

Auto dei carabinieri speronata dalla banda dei furti in A14: un arresto. E’ un’Audi S3 nera che è andata contro la gazzella del Norm di Osimo sull’autostrada sabato pomeriggio, all’altezza del casello Loreto-Porto Recanati. Quell’Audi, a bordo della quale viaggiavano 3 persone, era stata notata nelle scorse settimane da Senigallia, a Falconara, ma anche a Osimo e Castelfidardo e persino in Abruzzo e nel Lazio, sempre nelle vicinanze di abitazioni dove erano stati commessi poco prima furti. Da quello che si è appreso, dopo accurate indagini i militari del Norm della Compagnia di Osimo, comandato dal luogotenente Giuseppe Esposto, erano riusciti a ricostruire i movimenti della banda e sabato pomeriggio temevano una nuova sortita dell’ammiraglia nella Valmusone.

Ne attendevano il passaggio al casello autostradale di Loreto-Porto Recanati. La vettura si è in effetti materializzata intorno alle 17.30 ma non si sarebbe fermata all’alt intimato dalla pattuglia. Anzi, la gazzella dei carabinieri sarebbe stata speronata dall’ammiraglia e due militari sono finiti al pronto soccorso dell’ospedale di Osimo dove sono poi stati medicati. Dopo l’incidente, l’Audi è stata abbandonata con all’interno diverse targhe rubate che sarebbero state poste sotto sequestro con la vettura stessa. Tutti i rilievi sono stati svolti dalla Polizia autostradale di Porto San Giorgio. Uno dei passeggeri, di nazionalità albanese sospettato di aver partecipato a diversi colpi, nell’atto della fuga è stato bloccato dai militari e poi arrestato. Gli altri 2 complici, invece, se la sarebbero data a gambe per i campi circostanti al tracciato autostradale. Le ricerche sono proseguite fino a tarda notte ma senza esito. Le indagini vanno avanti mentre si attende l’udienza di convalida per l’arrestato.

 

Incidente in autostrada: coinvolta auto dei carabinieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X