«Picchiato da un dipendente comunale»,
79enne finisce in ospedale e denuncia

CORRIDONIA - L'avvocato Sandro Giustozzi (in foto) ripercorre l'accaduto. L'aggressore avrebbe spezzato il bastone all'anziano e glielo avrebbe scagliato lontano per poi colpirlo al volto
- caricamento letture
avvocato-sandro-giustozzi

L’avvocato Sandro Giustozzi

 

di Laura Boccanera

«Un episodio molto grave dal punto di vista legale e morale». Così l’avvocato Sandro Giustozzi ha definito quanto avvenuto nella giornata di mercoledì a Corridonia dove un dipendente pubblico del Comune avrebbe aggredito un 79enne residente. L’anziano dopo l’accaduto ha sporto denuncia ai carabinieri ed è stato soccorso dal 118 e trasportato in ospedale per le cure del caso e una volta dimesso si è rivolto al legale per far valere le sue ragioni. Il 79enne ha raccontato di essere andato in comune nonostante le sue difficoltà deambulatorie per segnalare un problema. «Dopo aver suonato con insistenza al portone d’ingresso il cittadino è entrato all’interno del corridoio e ha bussato alla prima porta per accedere in un ufficio alla ricerca di un impiegato comunale. Aveva con sé il bastone d’appoggio a causa delle malattie agli arti inferiori che lo affliggono» – racconta Giustozzi. A quel punto sarebbe uscito un dipendente comunale che lo ha rimproverato e infastidito: «non ha avuto neanche il tempo di rispondere – prosegue il legale – che il dipendente comunale con violenza gli ha strappato via il bastone, lo ha spezzato in due e gliel’ha scagliato lontano. E poi con forza lo ha colpito al volto provocandogli un pesante sanguinamento. A soccorrerlo è intervenuto un altro dipendente e poi i vigili urbani. Alla fine il pensionato è stato accompagnato in ospedale a Macerata». Il 79enne si è rivolto all’avvocato e intende chiedere il risarcimento dei danni morali e biologico: «l’episodio è di una gravità inaudita -conclude Giustozzi – l’aggressore ha infierito nei confronti di una persona indifesa che peraltro si era recata in comune con un’intenzione collaborativa e come risposta è stato picchiato. Ad oggi né il sindaco né altri amministratori hanno chiesto di incontrare il pensionato che come minimo merita scuse e il risarcimento dei danni morali e biologici».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X