Accusato di maltrattamenti,
prosciolto ristoratore

CINGOLI - L'uomo, difeso dall'avvocato Gabriele Cofanelli (foto), è stato assolto al tribunale di Ancona. Gli venivano contestati episodi che sarebbero avvenuti durante il ricovero della moglie a Torrette. L'uomo ha sempre negato
- caricamento letture
cofanelli-1

L’avvocato Gabriele Cofanelli

 

Sotto accusa per maltrattamenti alla moglie, assolto un ristoratore di Cingoli. La decisione è arrivata oggi al tribunale di Ancona. L’imputato è un noto imprenditore del settore della ristorazione. I fatti contestati sarebbero avvenuti all’ospedale di Torrette di Ancona. Secondo l’accusa, durante un periodo in cui la moglie del ristoratore era ricoverata, l’avrebbe sottoposta a una serie di violenze psicologiche e morali sfruttando le condizioni di malattia della donna. Accuse che il 64enne imprenditore, assistito dagli avvocati Gabriele Cofanelli e Damiano Corsalini, aveva sempre negato. E anzi aveva sottolineato di essersi occupato in prima persona delle cure della moglie, assistendola per ottantasei notti. Al tribunale di Ancona oggi si è chiuso il processo davanti al giudice Carlo Cimini al termine di una articolata fase istruttoria in cui sono state esaminate le tesi di accusa e difesa. Alla fine il giudice ha accolto la linea difensiva e ha assolto l’imputato con la formula piena: «non ha commesso il fatto». L’imprenditore, a sette anni dai fatti, ha accolto la sentenza con grande soddisfazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X