Il no della Provincia
alla cabina Enel a Villa Potenza

IL PRESIDENTE Antonio Pettinari: «L’opera proposta non è compatibile con i valori naturalistici, paesaggistici ed antropici dei territori interessati»
- caricamento letture

 

Pettinari_Scuole_Provincia_FF-6-325x217

Antonio Pettinari, presidente della Provincia

 

«La Provincia, a seguito dell’istruttoria eseguita dai propri competenti uffici sull’istanza dell’Enel per la costruzione e l’esercizio di una nuova cabina primaria nel Comune di Macerata, in località Villa Potenza, ha espresso il proprio parere di contrarietà all’esecuzione dell’opera sia nell’area individuata nel progetto che nel contesto territoriale circostante». A comunicarlo l’Ente in una nota. «Tale parere contrario si basa sul contrasto dell’intervento con le esigenze di tutela ambientale e paesaggistica previste per la zona interessata dalle disposizioni del Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Macerata. L’impianto tecnologico proposto dall’Enel, infatti, andrebbe ad incidere in maniera rilevante e negativa su un territorio che, oltre ad essere caratterizzato dalla presenza del centro abitato di Villa Potenza, possiede altresì elementi paesaggistici di rilevante valore costituiti in particolare dalle aree coltivate di valle inserite tra l’asta fluviale del Potenza e le colline a ridosso di Macerata». «L’opera proposta – dichiara il presidente della Provincia Antonio Pettinari – non è compatibile con i valori naturalistici, paesaggistici ed antropici dei territori interessati». Il parere di contrarietà all’opera è stato trasmesso all’Amministrazione Regionale, in qualità di ente competente al rilascio delle autorizzazioni in tale materia.

«Centrale elettrica a 30 passi dalle case Nessuno vorrà crescere i figli qui»

Centrale elettrica a Villa Potenza «Per l’Enel è il posto più economico, la campagna può essere violentata»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X