Irruzione a casa di una donna
dopo la fine della frequentazione:
arrestato un 35enne

IN MANETTE un tunisino che vive a Porto Recanati. La notte di sabato è entrato con la forza nell'abitazione di una 38enne, a Castelfidardo. L'ha presa per i capelli e le ha tolto il telefono per poi tenerla bloccata e minacciarla con un coltello
- caricamento letture

carabinieri-118-arkiv-archivio

 

Va a casa di una donna che conosceva e che aveva interrotto la frequentazione con lui, entra con la forza, la prende per i capelli, la blocca e la minaccia con un coltello: arrestato un 35enne tunisino residente a Porto Recanati. I fatti sono avvenuti a Castelfidardo. L’uomo deve rispondere di violazione di domicilio, minaccia aggravata e violenza privata nei confronti di una donna, 38enne sua conoscente e porto illegale di armi. I carabinieri sono intervenuti dopo che alcuni condomini hanno sentito delle urla di una donna che chiedeva aiuto e che venivano dal vano scala del loro edificio. I militari, giunti sul posto, hanno trovato due persone che discutevano animatamente all’interno di un’abitazione e, chiesto loro di aprire. Mentre la donna si precipitava giù per le scale, l’uomo ha provato la fuga e si è nascosto. Sono iniziate le ricerche con l’aiuto dei vigili del fuoco di Osimo per le verifiche sul tetto. Il 35enne è stato trovato all’interno di un vano sotto il lavabo della cucina, rannicchiato ed ancora armato di un coltello – a serramanico – di circa 19 centimetri. E’ stato ricostruito che la frequentazione tra i due, che erano dei conoscenti, si era da poco interrotta ed il 35enne non aveva accettato la cosa. Nella tarda serata di sabato era entrato all’interno dell’abitazione con la forza e, dopo aver bloccato la ragazza per i capelli, e privata dello smartphone, l’aveva minacciata con il coltello. Nel corso delle indagini è emersa una condotta di ripetuti tentativi del tunisino negli ultimi giorni, di presentarsi sotto casa della donna e provare ad entrare, ma sempre rifiutati. I militari lo hanno arrestato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X