Le Marche in giallo
e “il bianco” va a ruba:
pienone in montagna (Foto)

GIORNATA SULLA NEVE per tanti appassionati che hanno approfittato della bella giornata e della possibilità di potersi spostare. Allo Z Chalet: «Sono venute moltissime persone, hanno lavorato anche il noleggio sci e ciaspole». Da Bolognola a Sarnano si spera nell'ok per la riapertura degli impianti. In centinaia al lago di Fiastra
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
neve-7-650x488

Le piste da sci di Pintura di Bolognola oggi

 

di Monia Orazi

Pienone in montagna con gli arrivi aperti dal colore giallo delle Marche, con spazi ampi e distanziamento sociale assicurato. Il sole splendente ed il colore giallo che consentono di spostarsi entro i confini regionali, hanno portato presenze numerose. Se lunedì sarà dato il via libera è tutto pronto a Pintura di Bolognola e Sassotetto di Sarnano, resta fermo Frontignano, dove l’Ustif non ha ancora collaudato gli impianti sciistici appena riparati dai danni del sisma, le seggiovie delle Saliere e del Belvedere.

neve-8-650x488

Pintura di Bolognola

Oggi centinaia di persone si sono riversate intorno al lago di Fiastra dal suggestivo panorama innevato, tra Pintura di Bolognola con il parcheggio pieno, i Prati di Ragnolo e le piste da sci di Sarnano. Gli impianti sciistici sono fermi per Covid, ma chi ha potuto ha raggiunto la montagna per godere di una giornata tersa e spettacolare, caratterizzata da un leggero vento gelido. Baite, chalet e ristoranti hanno lavorato su più turni, dovendo rispettare le norme anti Covid che impongono l’ingresso contingentato. Un pienone che nei prossimi giorni è messo a rischio, al momento non si sa ancora se gli impianti sciistici potranno riaprire, ma le persone si sono adattate ed hanno svolto tantissime attività sulla neve. Un gruppo di giovani ha improvvisato una grigliata al lago di Fiastra, altri hanno approfittato dell’anello intorno al lago per passeggiare, i più piccoli si sono messi a giocare in riva al lago con la neve. In montagna dallo sci con il kitesurf, all’immancabile bob per i più piccoli, lo skateboard ed il surf per i più giovani, le classiche ciaspole e tanti sci di fondo per i più adulti. A fare da cornice un cielo azzurro terso ed il bianco intenso della neve. Hanno detto i gestori dello Z Chalet: «E’ stato pieno tutta la giornata, sono venute tantissime persone, hanno lavorato anche il noleggio sci e ciaspole, davvero una bella giornata piena di presenze». Ieri si è registrato un lieve rialzo delle temperature, unito al vento che ha spazzato la neve fresca. «Speriamo di poter aprire il 18 gennaio anche se dalle ultime notizie sembra che questa data venga di nuovo posticipato. Siamo aperti con la pista di sci di fondo con istruttore e relativo noleggio, in questi giorni in cui il giallo permette di spostarsi», spiega Francesco Cangiotti direttore della stazione sciistica Bolognola Ski. Pienone anche alla Capanna. Soddisfatta il sindaco di Bolognola Cristina Gentili: «Una bellissima giornata con tante presenze, il giallo consente alle persone di spostarsi e godere della natura e della purezza della montagna. In questi giorni le piste sono già aperte per gli atleti ed è stata fatta la battitura, c’è una realtà economica che lavora con la stagione invernale ed è pronta a ripartire se vi saranno le condizioni per sciare in sicurezza. Io sono per la gestione territoriale delle emergenze, la nostra realtà non è come quella di comprensori più grandi ed i provvedimenti devono essere assunti secondo la realtà territoriale».

frontignano-2-650x511

Maurizio Tosoroni sulle piste da sci di Sarnano

Tutto pronto per sciare anche a Sarnano, spiega Maurizio Tosoroni di Sarnano Neve: «Noi lunedì mattina se si apre saremo pronti. Stiamo battendo le piste, le baite si stanno rifornendo di cibo. Stanno lavorando una ventina di operai, da lunedì possiamo tornare ad essere operativi, il problema è che a pochi giorni dalla scadenza, ancora non sappiamo se si potrà davvero sciare e se quello che stiamo facendo sia tutto lavoro sprecato. Non voglio fare polemica e non critico gli stop imposti per esigenze sanitarie, ma la gestione della pandemia, che sta mettendo in ginocchio non solo noi, ma anche tante altre attività. Bisogna dare delle certezze e delle disposizioni precise, perchè persone ed aziende, stanno affrontando tante difficoltà, l’incertezza le spinge fuori strada. Ci faremo trovare pronti come lo eravamo a Natale, come lo eravamo per il sette gennaio. Se non prepariamo le piste, lunedì non potremmo riaprire, perchè ci vuole tempo per organizzarsi. Se sanno che non riapriremo devono dirlo per tempo. Se si fanno stare le attività chiuse, ci vogliono i ristori per ripagarle, sono fortemente critico sulla gestione di questa pandemia».

neve-bolognola-sassotetto

Lungo la provinciale per Sassotetto

grigliata-fiastra

Griglia a Fiastra

neve-2-1-650x488

Le sponde del lago di Fiastra innevate

frontignano-1-485x650

Gli impianti da sci a Sassotetto

neve-2-5-650x488

Scuola sci di Pintura di Bolognola

neve-3-650x488

Ciaspolata ai Piani di Ragnolo

neve-2-650x488

Villa Lucio a Bolognola

neve-6-650x488

Scorcio di Pintura di Bolognola

neve-5-650x488

La zona dello chalet a Pintura

neve-4-650x488

neve-2-4-650x488

Pintura di Bolognola

neve-2-3-650x488

Sci con il kitesurf ai Piani di Ragnolo

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X